Dreams Ŕ un titolo estremamente interessante ma anche molto difficile da comprendere a pieno. Uno strumento che potrebbe a tutti gli effetti rivelarsi fantastico per i creativi ma che a livello di videoludico non Ŕ facilmente inquadrabile.

Nel corso della PlayStation Experience, Media Molecule ha brevemente parlato del titolo discutendo della modalitÓ storia, un aspetto giÓ annunciato in passato ma sempre in maniera piuttosto vaga. A quanto pare il trailer mostrato ai The Game Awards si concentrava anche su questa modalitÓ che Ŕ composta da tre diversi scenari dotati di uno stile e di elementi di gameplay unici. Ci sarÓ un setting sci-fi, uno noir e uno pi¨ "fanciullesco".

Ci˛ che Ŕ interessante Ŕ che queste sezioni della modalitÓ storia sono state create con gli strumenti che possono utilizzare anche i giocatori. In questo senso Dreams si propone come uno strumento che permette di creare anche dei film e non solo dei videogiochi. Dal punto di vista videoludico Ŕ possibile creare sostanzialmente ogni genere di esperienza, dai racing alle avventure punta e clicca, 2D o 3D.

1

L'uscita come giÓ detto in precedenza Ŕ fissata al 2018 e a quanto pare prima del lancio ufficiale ci sarÓ spazio per una beta che darÓ ai giocatori la possibilitÓ di scoprire e comprendere questa particolare opera.

Riguardo l'autore

Alessandro Baravalle

Alessandro Baravalle

Redattore

Si avvicina al mondo dei videogiochi grazie ad un porcospino blu incredibilmente veloce e a un certo "Signor Bison". Crede che il Sega Saturn sia la miglior console mai creata e che un giorno il mondo gli darÓ ragione.