Bungie fa marcia indietro: i contenuti base di Destiny 2 torneranno disponibili anche per chi non è in possesso dell'espansione

Gli sviluppatori ammettono il loro errore. 

La politica adottata da Bungie in seguito al lancio dell'espansione La Maledizione di Osiride di Destiny 2 ha scatenato, come saprete, un'asprissima polemica. Per chi non lo sapesse, dopo la pubblicazione del DLC, tutti gli utenti non in possesso del nuovo contenuto si sono visti impossibilitati ad accedere ad alcune importanti attività proposte dal gioco base, attività come Cala la Notte Autorevole, Leviatano Autorevole e le Prove dei Nove.

Questo ha scatenato la polemica e tantissime critiche da parte della community che ha giudicato, giustamente, inaccettabile "bloccare" le attività per le quali già avevano pagato. Inoltre il non poter accedere a determinati contenuti rendeva impossibile il conseguimento di trofei e obiettivi.

rhod7pk5bccqqrfasbvx

Bungie, fortunatamente, ha ascoltato la voce della community e ha comunicato che con la pubblicazione dell'aggiornamento 1.1.1.1, previsto per domani 13 dicembre, il Leviatano Autorevole e le Prove dei Nove torneranno disponibili per tutti i giocatori, tranne quando queste attività si svolgeranno su una mappa introdotta attraverso il DLC. Discorso diverso per il Cala la Notte Autorevole, che rimarrà accessibile solamente con livello Potere 330, raggiungibile attraverso La Maledizione di Osiride.

Il team di sviluppo ha inoltre comunicato che le attività menzionate riceveranno presto un terzo livello di difficoltà per renderle più accessibili e gli Assalti Eroici arrivati con l'espansione saranno resi disponibili a tutti in futuro.

Bungie fa quindi dietrofront affermando di aver commesso un grosso errore:

"Ora che "La maledizione di Osiride" è disponibile, è chiaro che abbiamo compiuto alcuni sbagli nel modo in cui abbiamo gestito l'accesso ai contenuti. L'incursione autorevole è un'esperienza molto cara ai giocatori anche se non possiedono "La maledizione di Osiride", ed è stato un errore privarli di questa attività. Per tutto il franchise di Destiny, le Prove hanno sempre richiesto l'ultima espansione. Tuttavia per Destiny 2, le Prove dei Nove sono state avviate come parte integrante del gioco principale, dunque non è giusto rimuovere quest'attività."

Infine riguardo ai trofei e obiettivi Bungie definisce inaccettabile l'errore.

Gli sviluppatori di Destiny 2 hanno probabilmente preso la decisione migliore, che ne pensate?

Vai ai commenti (12)

Riguardo l'autore

Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Redattore

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Contenuti correlati o recenti

Gli sviluppatori di Hitman al lavoro su una nuova IP

Non solo Hitman 3 per IO Interactive.

L'uscita di GTA 6? Secondo un analista è ancora molto lontana

Non dobbiamo aspettarci a breve un nuovo capitolo dell'amata serie di Rockstar.

Su Pokémon GO sono diversi i Pokémon shiny apparsi in tutto il mondo

Il Pokémon GO Fest di Dortmund sta coinvolgendo allenatori di tutto il mondo.

Articoli correlati...

Commenti (12)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza