Oggi parliamo di Switch come di un grande successo per la grande N, una console che sta ottenendo risultati davvero notevoli e che può essere addirittura paragonata ad alcuni dati di vendita della console più venduta al mondo.

Prima del lancio, tuttavia, le perplessità erano indubbiamente parecchie. La stessa grande N, come confermato da Yoshiaki Koizumi e Shinya Takahashi, lottava per rimanere in equilibrio tra obiettivi e anime diverse. Ecco quanto riportato da Japanese Nintendo.

"In ogni caso le difficoltà più grandi ci sono state nella lotta per l'equilibrio. Essendo uno sviluppatore software c'è una grande domanda per un hardware con semplicemente delle specifiche elevate ottenute utilizzando una buona memoria e una buona GPU. Personalmente, dato che sono anche uno sviluppatore di software, ho sicuramente questo tipo di desiderio.

1

"D'altro canto dovevamo anche rendere la console leggera e piccola in modo che potesse essere trasportata facilmente e allo stesso tempo avesse un bel design. Nello sviluppo dobbiamo considerare anche il prezzo e la durata delle batterie. Inoltre ci sono le scadenze nello sviluppo e le risorse erano anche limitate. La parte più difficile era il mantenere un equilibrio generale mentre eravamo invischiati in tutte quelle scelte molto complesse".

Takahashi rivela anche che furono realizzati circa 5 prototipi con molte variazioni legate soprattutto ai Joy-Con e al modo in cui si collegavano alla console.

Cosa pensate delle parole di Koizumi?

Riguardo l'autore

Alessandro Baravalle

Alessandro Baravalle

Redattore

Si avvicina al mondo dei videogiochi grazie ad un porcospino blu incredibilmente veloce e a un certo "Signor Bison". Crede che il Sega Saturn sia la miglior console mai creata e che un giorno il mondo gli darà ragione.

Altri articoli da Alessandro Baravalle

Commenti (1)

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza

Contenuti correlati o recenti

le ultime

Pubblicità