"Destiny 2 necessita di più armi che contano, le Esotiche devono essere all'altezza del loro nome"

Queste le parole del game director di Destiny 2, Christopher Barrett.

Destiny 2 negli ultimi tempi ha subito un calo di affluenza in gioco, ma rimane un titolo costantemente supportato e bilanciato da Bungie, sempre capace di riconoscere i propri errori e rimediare con un aggiornamento.

Proprio in questo senso si esprime il game designer del gioco, Christopher Barrett‏, cinguettando alcuni tweet ai suoi follower.

Come possiamo vedere nei tweet riportati, Barret riconosce le lacune presenti nel titolo in fatto di armi, e comunica che il team che si occupa della porzione sandbox del gioco è al lavoro sui cambiamenti:

"Destiny 2 ha bisogno di più armi che contano, sia per quanto riguarda la potenza che il modo per acquisirle. Le armi esotiche devono essere all'altezza del loro nome. Le armi più profonde e basate sull'abilità come sniper, shotgun e fucili a fusione devono ritornare alla gloria. Ci siamo".

Barret aggiunge inoltre che Bungie sta assumendo personale, lasciando dunque intendere che qualcosa si sta muovendo.

Che stia per giungere una nuova ricalibrazione delle armi in gioco?

Vai ai commenti (7)

Riguardo l'autore

Stefan Tiron

Stefan Tiron

Redattore

Studente universitario a tempo pieno, scrittore a tempo vuoto. Svezzato a PS1 e Final Fantasy, adora il genere degli RPG e di riflesso il fantasy in ogni sua forma e dimensione.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (7)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza