Ni No Kuni II: Il Destino di un Regno non utilizzerà la tecnologia anti-tamper Denuvo

A quanto pare la discussa tecnologia non sarà usata per il titolo. 

Come riportato da DSOGaming, Ni No Kuni II: Il Destino di un Regno è in uscita il mese prossimo e, stando alla sua pagina ufficiale di Steam, questo titolo non farà uso della tecnologia anti-temper Denuvo, a differenza di quanto accaduto con il precedente titolo di Bandai Namco, Dragon Ball FighterZ.

Questo non è l'unico gioco di Bandai Namco che non utilizza la discussa tecnologia anti-manomissione, ad esempio Get Even e Project CARS 2 non hanno usato Denuvo e, questi giochi, sono usciti dopo il rilascio di Tekken 7, titolo che invece utilizzava la controversa protezione. In altre parole, Bandai Namco utilizza Denuvo in titoli specifici.

Bandai Namco, in precedenza, ha elencato la tecnologia anti-manomissione Denuvo nella pagina Steam di un gioco o nel suo EULA prima della sua uscita. Questo è avvenuto sia con Dragon Ball FighterZ che con Tekken 7, a differenza dei giochi che non utilizzano Denuvo, come Project CARS 2 e Get Even. Poiché l'editore è stato chiaro riguardo all'inclusione di questo DRM nei suoi titoli, si può tranquillamente supporre che Ni No Kuni II: Il Destino di un Regno non userà la discussa tencologia.

Ni_No_Kuni_II_Revenant_Kingdom_feature_2_672x372

Vi ricordiamo che Ni no Kuni II: Il Destino di un Regno sarà disponibile in Italia per PlayStation 4 e PC dal 22 marzo 2018 (dal 23 marzo in digitale).

Vai ai commenti (0)

Riguardo l'autore

Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Redattore

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Recensione | Gloomhaven - Dal cartone al digitale il passo è... falso

Il celebre gioco da tavolo arriva in formato digitale.

'The Elder Scrolls VI dovrà essere un gioco decennale' come Skyrim

Todd Howard punta forte su The Elder Scrolls VI.

Project Awakening è vivo e il nuovo video sfoggia un Cyllista Engine che flirta con il fotorealismo

Cygames ci mostra il motore grafico alla base di Project Awakening.

The Elder Scrolls VI potrebbe non uscire prima del 2026

Sarà un'attesa lunghissima per The Elder Scrolls VI?

Commenti (0)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza