Nintendo Labo: il processo di creazione sarà parte integrante del divertimento

Secondo Shinya Takahashi.

Come ormai saprete, poco tempo fa Nintendo ha stupito il mondo con l'annuncio di Nintendo Labo, la nuova linea di esperienze interattive basate sul gioco e sulla scoperta. Insieme alla console Nintendo Switch, i kit di Nintendo Labo forniscono tutto il necessario per assemblare divertenti forme di cartone che, combinate con la tecnologia di Nintendo Switch, trasformano le idee in realtà.

nintendolabo_ds1_670x514_constrain

In seguito all'annuncio, però, i fan hanno iniziato a mettere in discussione la fattibilità dei costosi ritagli di cartone. Ora, come segnala Dualshockers, in un recente sessione Q&A con gli investitori, il General Manager della divisione Entertainment Planning & Development di Nintendo, Shinya Takahashi, ha spiegato quanto sarà divertente questo cartone per i giocatori.

"Quando abbiamo iniziato con un prototipo di "robot" all'interno dell'azienda, ci siamo resi conto che il processo di "prova e sbaglia" relativo alla costruzione era di per sé estremamente divertente. Questo ha portato il nostro concept per Nintendo Labo a essere sviluppato come qualcosa che le persone potrebbero apprezzare in tutti i suoi aspetti, non solo giocando con il prodotto finito, ma anche durante la sua realizzazione e nel fare alcune riparazioni lungo il percorso di creazione."

In sostanza, Shinya Takahashi considera il processo di costruzione, creazione e realizzazione come parte integrante del divertimento offerto da Nintendo Labo. Takahashi, inoltre, ha aggiunto che l'idea dell'uso del cartone è stata ripresa dalla cultura giapponese, i bambini fin da piccoli sono stati abituati a creare oggetti proprio con l'uso di questo materiale.

Che ne pensate?

Vi ricordiamo che Nintendo Labo è in arrivo il 27 aprile.

Vai ai commenti (0)

Riguardo l'autore

Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Redattore

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Contenuti correlati o recenti

Operencia: The Stolen Sun - recensione

Un dungeon crawler classico, che più classico non si può.

Sekiro: Shadows Die Twice troppo difficile? Provate a giocarlo con il boss finale al posto di ogni nemico

Qualcuno ha deciso di rendere decisamente estremo il gioco di FromSoftware con una mod.

Control: The Foundation - recensione

Le radici della Oldest House, là dove tutto ebbe inizio.

Articoli correlati...

Commenti (0)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza