Overwatch su Xbox One X: come si comporta il suo scaler dinamico 4K? - analisi comparativa

Un grosso upgrade sia per console standard che per PS4 Pro. 

Le patch di upgrade per Xbox One X continuano ad arrivare, e Overwatch di Blizzard è l'ultimo titolo ad aver ricevuto il supporto al 4K sulla console di Microsoft. Ci siamo quindi fiondati nell'analisi di questo upgrade con una certa trepidazione: dopo tutto, il supporto a PS4 Pro di Overwatch era limitato al solo HUD in 4K mentre il gameplay girava a 1080p. In quell'occasione abbiamo provato una grande delusione, e nonostante gli utenti PS4 Pro abbiano ricevuto un filtraggio delle texture migliore e altri tweak di piccola entità, ci si aspettava di più dal supporto a Pro. Anzi, molto di più, viste le capacità della console.

La buona notizia è che Blizzard ha fatto centro con Overwatch per Xbox One X. La patch stessa pesa solo 650MB, quindi non aspettatevi nuove texture in 4K. La qualità degli asset è equivalente a quella della versione PC impostata al massimo, che era già implementata nelle versioni base PS4 e Xbox One. Ma quel che è più importante è che lo sviluppatore ha fornito un netto ed evidente upgrade alla risoluzione, che valorizzerà il vostro TV ultra HD.

Uno scaler dinamico è attivo su Xbox One X, e per via della stessa natura variabile del gameplay, il range di risoluzioni in gioco è molto ampio. Basandoci su un campione di oltre 30 scatti statici catturati da sezioni di gioco molto diverse l'una dall'altra, abbiamo trovato che il massimo valore è di un pieno 4K. Nella lobby iniziale, per esempio, la selezione del personaggio (o altri punti meno complessi di ogni mappa) sono renderizzati alla risoluzione massima di 3840x2160.

Ma nei momenti di picco dell'azione, con tutti gli eroi che si muovono freneticamente su schermo, è facile che non si raggiunga la risoluzione massima ed il valore più basso registrato nelle nostre misurazione è 2112x2160 (in questo caso, durante una movimentata battaglia nella mappa Numbani). Si tratta di un valore corrispondente al 55 percento della risoluzione 4K, che rappresenta comunque un grande balzo rispetto ai 1080p dell'Xbox One standard, e l'hardware della X ci fornisce la più nitida esperienza possibile di Overwatch su console.

Overwatch su console riceve finalmente un upgrade 4K decente. Ecco la nostra completa analisi.

Il pieno 4K è fuori questione, quindi, ma il titolo appare ancora fantastico e visto che c'è in gioco uno scaler dinamico, per gran parte del tempo la risoluzione oscilla tra questi due estremi. Basandoci su una serie di punti di stress differenti, emerge un valore ricorrente di 2752x2160 pixel, ovvero il 71 percento di 4K. E questo è stato misurato anche con molti personaggi su schermo, il tutto mantenendo il gameplay a 60fps bloccati quanto più possibile su Xbox One X.

Nel processo di valutazione del nuovo upgrade di Overwatch siamo tornati alla versione PS4 Pro, per vedere se fosse cambiato qualcosa nei 14 mesi dalla nostra analisi (un upgrade quasi 'stealth' piuttosto che una presentazione in grande stile). Sfortunatamente la versione PS4 Pro gira ancora a 1920x1080, lasciando una facile vittoria a Xbox One X quando si mettono le due versioni fianco a fianco. La versione PS4 Pro offre un filtraggio delle texture migliorato e questo è sicuramente benvenuto, portando a 8x i campioni dell'anisotropico. Ma Xbox One X sembra spingersi oltre, con un filtro 16x che eguaglia il massimo valore possibile su PC.

A parte questo, otterrete grosso modo lo stesso pacchetto disponibile su PS4 Pro. La risoluzione delle ombre è identica tra le due console, ed entrambe sono inferiori rispetto all'impostazione migliore della versione PC; la differenza non è così marcata ma l'occlusione ambientale risulta migliore su Xbox One X. In tutte le altre aree le impostazioni grafiche rimangono saldamente negli standard console, quindi il valore più alto dei riflessi della versione PC non è contemplato.

Xbox One XPlayStation 4 ProXbox One
Overwatch su Xbox One X confrontato a PS4 Pro e Xbox One base. Sulla console premium Microsoft avrete un setup 4K dinamico, che varia tra 2112x2160 e 3840x2160 pixel stando ai nostri test. Il valore tipico è in mezzo a questi estremi durante l'azione, ed è comunque un grosso balzo rispetto al 1080p dinamico di Xbox One ed il 1080p fisso di PS4 Pro.
Xbox One XPlayStation 4 ProXbox One
I miglioramenti nel filtraggio texture presenti su PS4 Pro figurano anche su Xbox One X, dove le texture appaiono più pulite grazie a un filtro anisotropico 16x.
Xbox One XPlayStation 4 ProXbox One
Ci sono lievi differenze nell'occlusione ambientale, che danno un vantaggio all'Xbox One X rispetto alla concorrenza in questo ambito. Fate caso al carrello elevatore in fondo a destra nell'immagine e noterete delle sfumature extra aggiunte dall'hardware della X.
Xbox One XPlayStation 4 ProXbox One
Poligoni, texture ed effetti sono invece in pari tra le tre console, sebbene ci sia una leggera differenza nella tonalità e nella saturazione.
Xbox One XPlayStation 4 ProXbox One
La qualità del depth of field è migliorata con la patch PS4 Pro, e la versione Xbox One X ottiene il medesimo trattamento.

Dal punto di vista delle performance, i 60fps sono fondamentali per l'esperienza di gioco di Overwatch, e c'è la sensazione che su PS4 Pro i 1080p fissi siano la giusta scelta per garantire il mantenimento di questo frame-rate. In confronto, Xbox One X è protagonista di alcune incertezze che indicano una certa difficoltà nel mantenere il frame-rate bloccato. In poche parole, il gioco utilizza un v-sync adattivo per renderizzare i fotogrammi incompleti nel caso in cui eccedano il tempo di rendering. Questo significa all'atto pratico il tearing dello schermo su Xbox One X. Saltuariamente, quindi, noterete la parte superiore dello schermo che si disallinea da quella centrale e quella inferiore, nel tentativo di seguire l'azione.

Ma ad onor del vero, cali di frame veri e propri sono veramente rari. A parte un paio di impuntamenti, i 60fps sono praticamente bloccati su Xbox One X. L'unico svantaggio rispetto a PS4 Pro è il tearing nella parte superiore dello schermo ma è un prezzo relativamente basso da pagare per l'incremento di risoluzione. Prendendo nuovamente in esame le aree più impegnative in cui la risoluzione cala al valore inferiore di 2112x2160 pixel, il frame-rate si riduce solamente a 58fps.

Si tratta di un ottimo spettacolo nel complesso e l'implementazione qui è così impressionante che non fa altro che rafforzare il mistero dietro al fiacco upgrade della PS4 Pro. Xbox One X offre grossi vantaggi dal punto di vista della capacità di calcolo e della banda di memoria rispetto alla rivale PlayStation, ma nel peggiore dei casi c'è un aumento di un fattore 2,2x della risoluzione quando lo scaler dinamico della X è sotto torchio, che sale a un fattore più tipico di 2,9x durante il gameplay impegnativo, fino ad arrivare a un moltiplicatore 4x per un pieno ultra HD nelle situazioni più semplici. Nonostante il vantaggio tecnico, siamo certi che PS4 Pro sarebbe stata in grado di spingersi oltre col suo upgrade.

I possessori di Xbox One X ottengono senza ombra di dubbio il trattamento migliore. Tra risoluzione dinamica e v-sync adattivo, si ha la sensazione che tutti i 6TF della GPU siano al lavoro per fornire la migliore immagine possibile, senza causare cali di frame-rate significativi che rovinerebbero la qualità del gameplay. È un risultato soddisfacente e anche se la versione PC offre ancora l'esperienza definitiva di Overwatch, questo upgrade ci fornisce la versione del gioco migliore per console.

Vai ai commenti (29)

Riguardo l'autore

Thomas Morgan

Thomas Morgan

Senior Staff Writer, Digital Foundry

32-bit era nostalgic and gadget enthusiast Tom has been writing for Eurogamer and Digital Foundry since 2011. His favourite games include Gitaroo Man, F-Zero GX and StarCraft 2.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (29)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza