Rare rivela nuovi dettagli su Sea of Thieves durante un'AMA su Reddit

Tra i temi trattati troviamo i DLC, la personalizzazione l'introduzione di nuovi contenuto post-lancio.

Qualche giorno fa si è tenuta su Reddit una AMA di Sea of Thieves, una sessione di domande e risposte durante la quale gli sviluppatori hanno potuto colmare i dubbi degli utenti e rivelare qualche nuovo dettaglio sul titolo piratesco sviluppato da Rare. Dualshockers ha riportato alcune interessanti domande dei fan a cui il team ha potuto rispondere.

Un utente ha chiesto a Rare circa la questione dei DLC post-lancio, e se fosse prevista una roadmap dei contenuti aggiuntivi in arrivo nei prossimi 12 mesi. Joe Neate, produttore esecutivo di Sea of Thieves, ha dichiarato:

"Credo che parleremo soltanto dei contenuti relativi ai pochi mesi che seguono il lancio per mantenere il mistero. Le cose cambieranno mentre Sea of Thieves evolverà. Vogliamo avere il tempo di capire quali feature importino all'utenza prima di renderle disponibili. La nostra politica prevede di mostrare i contenuti e non soltanto di parlarn, e per il momento le rimarremo fedeli".

Uno degli argomenti più popolari durante l'AMA è stato quello della personalizzazione in Sea of Thieves. L'utente ColoniaCroisant ha chiesto agli sviluppatori se ci sarà la possibilità di vedere pirati appartenenti ad altre culture piratesche del mondo. Il team non ha chiuso completamente la porta a questa possibilità:

"Sì, il team artistico ha lavorato a differenti elementi cosmetici, e ho potuto vedere qualche abbozzo di stile orientale davvero molto bello. Introdurremo nuovi stili cosmetici in futuro".

SOT_E3_2016_Concept_SeaBattle

L'utente Mavorant ha continuato a battere sul tasto della personalizzazione, domandando se gli sviluppatori stessero pensando alla personalizzazione dei tatuaggi dei pirati.

"Come per il colore dei capelli, stiamo lavorando al meccanismo dei tatuaggi per i giocatori. Amiamo l'idea di poter sbloccare tatuaggi con gli eventi in gioco. Abbiamo le possibilità tecniche di farlo, crediamo possa essere davvero bello e valuteremo la questione in seguito al lancio".

Il team di sviluppo ha inoltre risposto sulla possibilità di issare bandiere di diversi colori per segnalare agli altri giocatori le nostre intenzioni:

"Breve risposta: vorremmo davvero farlo, è un bel modo per segnalare i propri intenti (o per ingannare gli altri pirati). Dobbiamo capire come integrarlo nei nostri piani, ma sì, suona davvero come una bella feature".

Altre risposte degli sviluppatori hanno potuto confermare la possibilità di cambiare nome alla nave, l'introduzione delle scialuppe e alcuni dungeon segreti che potrebbero essere nascosti nella vasta mappa di gioco di Sea of Thieves.

Manca davvero poco all'uscita del gioco, che sarà disponibile su PC e Xbox One a partire da domani 20 marzo e giocabile già da questa notte. Che ne pensate delle domande poste dai fan? Vi piacciono i piani di Rare per il futuro di Sea of Thieves?

Vai ai commenti (1)

Riguardo l'autore

Gianluca Musso

Gianluca Musso

Redattore

Si Ŕ appassionato ai videogiochi grazie al capolavoro Monkey Island, oggi massacra NPC nei GDR Bethesda. Qualcosa dev'essere andato storto!

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (1)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza