Far Cry 5 stupisce su tutte le console, ma su Xbox One X è davvero speciale - analisi comparativa

Il fattore X.

Ubisoft è in una situazione confortevole per lo sviluppo sulle quattro console casalinghe della generazione corrente: si tratta di hardware che sono simili in molti aspetti, ma ognuno è caratterizzato da una potenza GPU di un livello differente. Far Cry 5 ha molto in comune con Assassin's Creed Origins: sono essenzialmente in pari dal punto di vista delle feature grafiche su tutto il range di console, con la risoluzione che è il vero unico punto differenziale tra esse, e con il temporal anti-aliasing che cerca di attenuare le variazioni. Quei pixel in più però contano, e Xbox One X sta in testa al gruppo. Ma la conclusione fondamentale è che tutte le console ottengono un gioco fantastico qui.

AC Origins combinava il TAA con lo scaling dinamico della risoluzione per colmare il gap tra le console, ma Far Cry 5 gestisce le cose in maniera leggermente differente: c'è una risoluzione fissa su tutte le console. In fondo al gruppo troviamo la Xbox One standard, che mette su schermo un'onesta risoluzione 1440x1080. Lo scaling è attivo solo sull'asse orizzontale, ma il risultato finale è che il gioco risulta più sfocato delle altre versioni, come dimostra il tool comparativo qui sotto. PlayStation 4 sembra essere la piattaforma di base qui, fornendo il completo set di feature di Far Cry 5 allo standard 1080p.

Passando alle console enhanced, una buona presentazione per gli schermi 4K è l'obiettivo, e l'Xbox One X è la star dello show qui. Lo Scorpio Engine riesce a fornire una risoluzione nativa 4K (3840x2160) mantenendo ugualmente il TAA e mettendo in scena un'esperienza praticamente priva di incertezze e di seghettature. Si tratta di un risultato eccezionale, che corrisponde a un boost di un fattore 5,3x di risoluzione rispetto all'Xbox One standard. In confronto, PlayStation 4 Pro riesce a mettere su schermo una risoluzione 2880x1620, pari a un incremento di un fattore 2,25x rispetto al modello base e perfettamente in linea con la riserva di potenza GPU in più a disposizione degli sviluppatori. Questo è davvero impressionante considerando che c'è solo un piccolo boost nella banda di memoria rispetto alla PS4 normale, e solo un piccolo aumento nella quantità di memoria disponibile.

Le versioni Xbox e PlayStation forniscono anche un'eccellente presentazione HDR, anche se è un po' un peccato che l'eccellente sistema HDR implementato in AC Origins, che offre la possibilità di modificare sia il bianco che la luminanza massima, è ridotto alla sola modifica di quest'ultimo parametro. La buona notizia è che Ubisoft ha implementato l'HDR anche su PC, una piattaforma spesso trascurata quando si tratta di supporto ad HDR, di cui Sea of Thieves costituisce proprio un esempio recente.

La nostra completa analisi video in 4K di Far Cry 5, basata principalmente sulla versione Xbox One X, ma con tutti i confronti di cui avrete bisogno tra tutte le piattaforme.

Ma se la risoluzione rimane il principale fattore differenziale tra i vari sistemi, quanto realmente importa? In AC Origins, ogni scalino tra la potenza delle console forniva effettivamente più nitidezza, ma non era proprio un gioco che puntava tutto sui dettagli grafici, e la risoluzione dinamica aiutava a ridurre il gap tra la Pro e la X. La risoluzione fissa di Far Cry 5 su ogni console e lo stile dei suoi artwork rendono più netto il passaggio da console a console.

Confrontando Xbox One X a PS4 Pro, la maggiore risoluzione indubbiamente consente al giocatore di apprezzare più facilmente i dettagli di fino che caratterizzano le texture. Nella realizzazione di Far Cry 5 Ubisoft ha infatti svolto un lavoro eccellente con le texture e la qualità dei materiali: le costruzioni in legno offrono tocchi di fino ed i muri in pietra sono costituiti da ulteriori dettagli poligonali che enfatizzano il realismo delle texture ad alta risoluzione applicate sulle loro superfici. Lo sporco e la ghiaia sono rappresentati in modo così realistico che alle volte vi capiterà di scambiare le immagini su schermo con una fotografia di un luogo reale. Far Cry 5 offre anche una vasta gamma di modelli per i terreni che aggiungono profondità alle superfici. Si tratta di una tecnica meno pregiata della tessellazione ma si ottengono risultati simili.

Il blending del terreno è anche usato per regalare più naturalezza agli alberi presenti nell'ambiente. Le radici sono connesse in modo naturale al terreno aumentando il realismo generale. Parlando di alberi, le texture applicate ai tronchi sono un esempio eloquente di quanto i materiali possono aumentare il livello di immersività. Le opere dell'uomo sono ugualmente ricche di texture, modellate e illuminate, inserendosi armoniosamente nei vari scenari.

Xbox One XPlayStation 4 ProPlayStation 4Xbox One
Questa strada di una piccola città è la perfetta dimostrazione di quanto la risoluzione maggiore possa enfatizzare la presentazione. I livelli di dettaglio sembrano essere costanti tra tutte e quattro le versioni, ma la risoluzione più alta restituisce un aspetto più marcato ai dettagli grafici.
Xbox One XPlayStation 4 ProPlayStation 4Xbox One
La qualità del filtraggio texture è l'anello debole della catena delle feature grafiche in tutte le versioni del gioco. Le texture sono generalmente fantastiche ma se vengono osservate da angoli obliqui perdono molto dettaglio.
Xbox One XPlayStation 4 ProPlayStation 4Xbox One
Se ponete la vostra attenzione sulla stretta scaletta attaccata alla torre, i benefici della risoluzione aumentata spiccano ulteriormente. Su Xbox One questa scala appare con linee fluttuanti mentre su Xbox One X viene renderizzata come una scala con un modello pieno di dettagli.
Xbox One XPlayStation 4 ProPlayStation 4Xbox One
Il fogliame gode pure enormemente dell'aumento di risoluzione. Su PS4 Pro e specialmente su Xbox One X, i piccoli cespugli risultano chiari e nitidi mentre nelle console meno potenti c'è un'evidente pixellazione.

Quando tutti questi elementi, tra cui l'illuminazione, le texture, lo shading e la modellazione si uniscono, i risultati possono essere straordinari. Ogni balzo di risoluzione da una console alla successiva vi consente di apprezzare tutti questi aspetti più pienamente, e la nitidezza aggiuntiva permette al giocatore di scorgere gli oggetti a distanza in maniera chiara, costituendo quindi un vantaggio sia a livello grafico che di gameplay. Infatti, se consideriamo la qualità della soluzione di anti-aliasing temporale utilizzata qui, Far Cry 5 potrebbe essere tranquillamente uno dei migliori esempi di qualità in 4K, giocando su Xbox One X. Ciò non equivale però a dire che la versione Pro non sia valida: il TAA restituisce ottimi risultati sulla console Sony, ma l'immagine è vistosamente più sfocata se confrontata a quella della console premium di Microsoft.

Ma è davvero la risoluzione l'unica differenza? Abbiamo messo insieme una serie di scatti dimostrativi per confrontare ogni versione e abbiamo trovato una parità totale: la qualità delle texture è alta su tutte e quattro le macchine, gli oggetti spuntano alla stessa distanza dal giocatore, il filtraggio texture è mediocre in tutte le console, mentre i dettagli del terreno vengono renderizzati negli stessi punti.

Ubisoft ha svolto un ottimo lavoro con alcuni dei suoi upgrade X-enhanced, fornendo spesso upgrade grafici assieme a boost di risoluzione, ma non è stato così con Far Cry 5. E la buona notizia è che la versione Xbox One X è potenziata in altri modi, con tempi di caricamento notevolmente ridotti rispetto a PS4 Pro, che risultano maggiormente evidenti nei viaggi veloci tra le varie aree.

Il nostro primo sguardo a Far Cry 5 orientato principalmente sull'esperienza di gioco su PlayStation 4 Pro.

La parità cross-platform tiene bene anche dal punto di vista delle prestazioni, con Ubisoft che si è davvero impegnata nel mantenere abbastanza bene il frame-rate target a 30fps. Si possono riscontrare alcuni cali qua e là su PS4 e PS4 Pro, ma la maggior parte del gameplay è fluida e consistente. L'Xbox One base tiene banco bene nel complesso, anche se in alcune scene può calare sotto i 30fps con un tearing dello schermo di contorno. Fortunatamente la maggior parte di questi problemi sono relegati alle sequenze di combattimento e non lo compromette comunque; l'esplorazione e le battaglie brevi fluiscono senza alcun impuntamento.

È ancora una buona esperienza su Xbox One in termini di giocabilità, ma i cali di risoluzione ed il frame-rate meno stabile rendono questa versione la peggiore tra le quattro. Fortunatamente, nonostante la risoluzione 5,3x maggiore, la versione Xbox One X offre performance essenzialmente uguali a quelle delle versioni PlayStation, anche se per qualche strana ragione lo schermo della mappa presenta dei bizzarri problemi di tearing. È una cosa abbastanza strana ma sicuramente non un qualcosa che ostacola il gameplay, ma ovviamente speriamo che venga risolto con una patch futura (curiosamente la versione Xbox One standard non è affetta dallo stesso problema).

E quindi qual è la conclusione della nostra analisi? Dovrebbe essere chiaro a questo punto che Ubisoft ha svolto un ottimo lavoro nel massimizzare le potenzialità di ogni piattaforma in rapporto alle rispettive capacità. La versione PC, le cui prime impressioni suggeriscono miglioramenti grafici rispetto alle console abbastanza limitati, offrirà i 60fps ma non sono così fondamentali per questo tipo di esperienza. Torneremo su questa versione con un'analisi più approfondita molto presto, ma senza dubbio su Xbox One X si ottiene la migliore versione console del gioco. L'alta risoluzione, il frame-rate stabile ed i dettagli eccellenti rendono il gioco bellissimo nell'insieme. Ciò non vuol dire che la versione PS4 Pro sia da buttare: il gioco è pure molto bello da vedere sulla macchina Sony, ma non è ugualmente cristallino, e nel caso di Far Cry 5 almeno, la risoluzione fa la differenza.

Vai ai commenti (44)

Riguardo l'autore

John Linneman

John Linneman

Staff Writer, Digital Foundry

An American living in Germany, John has been gaming and collecting games since the late 80s. His keen eye for and obsession with high frame-rates have earned him the nickname "The Human FRAPS" in some circles. He’s also responsible for the creation of DF Retro.

Contenuti correlati o recenti

ArticoloBattere il bullismo - articolo

Mike Skupa, creatore di Bully, parla del genio e della follia di Rockstar, della chiusura dello studio di Sleeping Dogs, e di come il dolore che ha vissuto stia influenzando il suo nuovo gioco horror.

ArticoloLa silenziosa e straripante forza dei videogiochi - editoriale

Alcune avventure diventano possibili unicamente grazie ai videogames.

ArticoloIl dopo-Xbox è già ampiamente segnato - editoriale

Game Pass e xCloud: i due volti del futuro di Microsoft per andare oltre a Xbox.

RaccomandatoDeath Stranding - recensione

Give me your hand in Life, give me your hand in Death.

Articoli correlati...

Il gioco di Dune di Funcom sarà un'ambiziosissima evoluzione di Conan Exiles

La compagnia ha anche iniziato a parlare di alcuni progetti segreti.

ArticoloFortnite scompare nel nulla e riscrive la storia - editoriale

Epic Games raduna 7 milioni di persone e torna in vetta a tutte le classifiche di engagement.

Hideo Kojima non realizzerebbe mai un battle royale, anche se sarebbero soldi facili

Il creatore di Metal Gear dice la sua sul fenomeno del momento.

Commenti (44)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza