L'obiettivo di Red Dead Redemption 2 è creare un'esperienza che vada oltre l'idea di semplice open world

Nuovi dettagli sull'ambizioso progetto di Rockstar Games.

Dando un'occhiata alle prime informazioni riguardanti Red Dead Redemption 2 trapelate in rete la scorsa settimana grazie ad alcune anteprime esclusive, il progetto di Rockstar Games sembra già mettere d'accordo tutti: potenzialmente si tratta di un'opera spinta da un'ambizione incredibile e affidata a una delle compagnie evidentemente più capaci e "potenti" in ambito videoludico.

Ciò che salta immediatamente all'occhio è l'obiettivo principale che sta dietro alla creazione di Red Dead Redemption 2: la voglia di dare vita a un'esperienza davvero di nuova generazione che vada oltre l'idea di semplice open world. Come? Utilizzando le tecnologie più avanzate per creare livelli di persistenza, dettaglio e immersione senza precedenti. Questo livello di persistenza e dettaglio sarà alla base dell'intero gioco, dalla sensazione che si ha impugnando ogni singola arma, al movimento e personalità di ciascuna razza fino alla varietà e intelligenza dei personaggi che si possono incrociare nel corso dell'avventura.

Tutto questo sarà applicato alla creazione di una storia in cui il giocatore si sentirà davvero uno dei membri di una banda di criminali ma anche alla realizzazione di "un'esperienza multiplayer open world completamente nuova". Il comparto multiplayer rimane al momento un'incognita, dato che gli sviluppatori hanno deciso di non sbottonarsi per quanto riguarda questo particolare aspetto.

1

Un obiettivo così ambizioso necessita inevitabilmente di una forza lavoro piuttosto importante e per questo motivo ci troviamo di fronte a una produzione "cross-studio". Come avvenuto già per GTA V sono coinvolti membri di diversi team di Rockstar: North, San Diego, New York, Toronto e New England.

L'interazione con la banda di Dutch van der Linde sarà assolutamente cruciale dato che il protagonista, Arthur Morgan, potrà relazionarsi con ogni singolo membro della banda rivelando attività e missioni secondarie tutte da scoprire. La banda include i seguenti membri confermati ufficialmente dagli sviluppatori (sì, John Marston c'è eccome):

  • Dutch van der Linde
  • Arthur Morgan
  • John Marston
  • Bill Williamson
  • Javier Escuella
  • Micah Bell
  • Sadie Adler
  • Charles Smith
  • Altri viaggiatori tra cui: Hosea Matthews, Karen, Lenny e Pearson

Cosa pensate dell'ambizione alla base della nuova fatica di Rockstar Games e dei nuovi dettagli condivisi dagli sviluppatori?

Vai ai commenti (2)

Riguardo l'autore

Alessandro Baravalle

Alessandro Baravalle

Redattore

Si avvicina al mondo dei videogiochi grazie ad un porcospino blu incredibilmente veloce e a un certo "Signor Bison". Crede che il Sega Saturn sia la miglior console mai creata e che un giorno il mondo gli darà ragione.

Contenuti correlati o recenti

L'uscita di GTA 6? Secondo un analista è ancora molto lontana

Non dobbiamo aspettarci a breve un nuovo capitolo dell'amata serie di Rockstar.

Rod Fergusson: "se fossi rimasto con Epic avrei cancellato Fortnite"

Il boss di The Coalition svela un'interessante retroscena.

Death Stranding non sarà un gioco stealth, spiega Hideo Kojima

Scopriamo di più sull'attesa esclusiva PS4.

Articoli correlati...

La Juventus in FIFA 20 si chiamerà Piemonte Calcio

Ecco il nome del club bianconero nel gioco di EA.

Il producer di Dark Souls vorrebbe collaborare con Guillermo Del Toro

Il desiderio di Masanori Takeuchi, produttore di alcuni titoli targati FromSoftware.

Commenti (2)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza