Nintendo Switch potrebbe non raggiungere mai le vendite di Nintendo Wii, ma la grande N non sembra così preoccupata. Questo è quello che si evince dalle ultime dichiarazioni del presidente uscente Tatsumi Kimishima, riportate da Gamespot. Kimishima, ha affermato che Nintendo non sta necessariamente cercando di superare con Switch le vendite di Wii, quello che conta, invece, è che Nintendo sappia "adattarsi e rispondere ai cambiamenti del mercato" per aiutare l'ibrida a continuare le sue ottime vendite.

"Il punto di riferimento non è se le vendite di Nintendo Switch possano superare le vendite totali di Wii, ma piuttosto l'adattamento e la risposta ai cambiamenti del mercato che permetteranno di continuare a vendere Nintendo Switch il più a lungo possibile", ha affermato Kimishima.

Wii è stato un successo strepitoso, un successo che gli osservatori del settore e persino la stessa Nintendo probabilmente non si aspettavano. Ha venduto oltre 101 milioni di unità in tutto il mondo, quindi più di Xbox 360 e PlayStation 3, che hanno piazzato circa 80 milioni di unità ciascuna. Confrontandosi con altri sistemi di generazione corrente, PlayStation 4 ha venduto circa 79 milioni di unità, mentre Microsoft continua a non rivelare le vendite di unità hardware, sebbene le cifre di Xbox One siano ritenute inferiori a PS4. Switch ha venduto 17.79 milioni di unità dall'ultimo conteggio di Nintendo e la compagnia prevede di vendere altri 20 milioni durante questo anno fiscale.

Nintendo_Switch_Red_Blue_600x348

Wii ha avuto un successo fenomenale dovuto in parte al suo "fascino mainstream", al contrario di Wii U che non è riuscito a conquistare un pubblico consistente (ha venduto 13.56 milioni di unità), mentre Switch sta facendo decisamente meglio.

Nintendo ha parlato in precedenza di come Switch possa avere un ciclo di vita più lungo del normale per le console. Parlando ulteriormente di questo argomento, Kimishima ha confermato che vuole che il sistema rimanga rilevante e convincente per molto tempo a venire.

"Abbiamo bisogno di fornire costantemente nuove esperienze per mantenere i consumatori a giocare con Nintendo Switch, questo riuscirà a garantire vendite per un lungo periodo", ha detto. "Non posso entrare nei dettagli qui oggi, ma la nostra azienda ha molta esperienza nella vendita di sistemi di gioco e incorporeremo attivamente tutto ciò che abbiamo appreso, compresi i nostri fallimenti, nella nostra pianificazione".

Kimishima ha anche dichiarato che il secondo anno di Switch sarà importante. In particolare, il presidente ha detto che Nintendo sta pianificando alcune iniziative per aiutare la console a raggiungere persone che non hanno mai giocato con un sistema Nintendo o che non lo fanno da molto tempo.

"Vedere quanto siamo in grado di espandere il mercato nel secondo anno di vendite è incredibilmente importante per un sistema di videogiochi, che si tratti di un sistema di gioco portatile o di una console domestica", ha affermato Kimishima. "In questo secondo anno vogliamo consegnare Nintendo Switch nelle mani dei consumatori che non hanno mai giocato con una piattaforma Nintendo e a coloro [che] ci hanno già giocato in precedenza, ma non di recente. "

Kimishima non ha aggiunto ulteriori dettagli sulle "iniziative" che Nintendo sta pianificando per rafforzare le vendite di Switch. Tra queste iniziative, probabilmente, rientra l'arrivo di nuovi giochi di alto profilo come Super Smash Bros. per Switch, che verrà lanciato quest'anno.

Che ne pensate? Riuscirà Switch ad arrivare ai livelli di Nintendo Wii?

Riguardo l'autore

Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Redattore

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.