MODGamer #33 - articolo

L'Egitto di Origins risplende di nuova luce... ma solo per gli utenti PC!

È stato un periodo abbastanza intenso per quanto riguarda la produzione di nuove modification, ma come al solito la qualità raramente permette di guadagnarsi i galloni per arrivare sulle pagine della rubrica di modding preferita (questa). In un sapiente mix di generi e di mod nuovi e vecchi, ecco una serie di mod tra le migliori viste sui PC degli smanettoni veri negli ultimi mesi: tra i più interessanti spiccano una vecchia gloria di Total War: Warhammer, un filtro illuminazione per Assassin's Creed Origins veramente strepitoso e un Geralt di Rivia in versione demone da usare per chi non ne può più del ronzino di The Witcher 3.

Total War: Warhammer

Steel Faith Overhaul

Nelle scorse settimane abbiamo dedicato un Reloaded a Total War Warhammer e per cogliere l'occasione abbiamo deciso di realizzare un numero di MODGamer dedicato proprio all'ottimo strategico di Creative Assembly: questo è tuttavia un numero normale, ma per portarci avanti con il lavoro abbiamo comunque deciso di pescare dalla repository di Steamworks una delle migliori modification per questo strategico fantasy. Si tratta di Steel Faith Overhaul, un mod pensato per rendere il gioco più federe e aderente al lore di Warhammer originale. La lavorazione degli autori si è concentrata su tre aspetti di base: caratterizzare maggiormente le varie fazioni, aumentando al massimo il loro specifico potenziale. I vampiri sono più superumani, i nani capaci di affidarsi maggiormente alla tecnologia e così via.

Il video introduttivo che illustra le caratteristiche di base di Steel Faith Overhaul.

Ogni razza è caratterizzata da unità d'elite dalle caratteristiche più spiccate sia come abilità sia come aspetto estetico, che possono condizionare maggiormente gli esiti di una battaglia in virtù del loro rango, più che del numero. Tutte le magie sono state rielaborate, alcune praticamente partendo da zero, per non parlare di una rivisitazione completa delle meccaniche della campagna singleplayer sia per quanto riguarda gli avvenimenti sia sul fronte dell'IA nemica nella mappa tattica. Per finire, ma abbiamo citato solo i punti più importanti, tutti i Lord e gli Eroi sono stati rivisti, rendendo questo Steel Faith Overhaul una modification per gli irriducibili di Games Workshop che hanno spinto al massimo le potenzialità del gioco in versione Vanilla e vogliono qualcosa di più radicale.

Assassin's Creed: Origins

ACOrigins Crynation Mod

Che Assassin's Creed Origins sia uno dei migliori titoli della serie dal punto di vista tecnico è pressochè indubbio (a parere di chi scrive anche a livello di gameplay). Purtroppo, la scarsa attitudine di Ubisoft a supportare la community dei modder è sempre stata un problema, e nell'ultima decina d'anni non si è mai visto nulla di rilevante per questo franchise a livello di contenuti. Gli unici aspetti su cui alcuni volenterosi hanno sempre lavorato nel corso del tempo sono stati la grafica nel senso dei filtri alle texture e all'illuminazione. La modification che vi presentiamo oggi s'intitola AC Origins Crynation Mod e agisce sulla grafica di Origins esattamente in questo modo.

Uno scorcio dell'Egitto di Assassin's Creed: Origins visto dagli occhi del Crynation mod.

Si tratta fondamentalmente di un file .ini da andare a sostituire all'interno della cartella d'installazione che cambia il modo in cui vengono applicati i filtri dell'illuminazione: il risultato è decisamente convincente perché toglie al gioco quella tonalità tendente al giallo che nelle zone desertiche è perfetta ma quando ci si muove nelle città più popolate o nelle aree verdi come quelle nei pressi dei Nilo nella parte nordorientale della mappa, alle volte stonano un po' con l'atmosfera generale. Il video dimostrativo che vedete qui conferma l'ottimo compromesso raggiunto da questo modder che vi consigliamo di provare anche sui vostri PC se state giocando all'ottimo titolo di Ubisoft, o avete intenzione di farlo.

Mass Effect: Andromeda

First Person Mod

Dopo Mass Effect 3, sembrava che la serie di Electronic Arts fosse destinata a una lunga pausa (per non dire l'oblio). Il successo di questo franchise che mescola avventura, dialoghi, esplorazione e sparatorie, ha convinto piuttosto velocemente EA a uscire con un nuovo titolo, per quanto i problemi di gioventù derivanti dal cambio di sviluppatore e motore grafico, non abbiano soddisfatto appieno nemmeno gli irriducibili del lore di Mass Effect. Come da tradizione anche Andromeda tuttavia è un titolo nato per essere giocato in terza persona, una soluzione apprezzata dall'utenza console dotata di joypad.

Per chi non ha mai sopportato le sparatorie in terza persona di Mass Effect, ecco una modification interessante per Mass Effect Andromeda.

Un team di modder composto da giocatori PC incalliti ha deciso di far tornare alle origini anche Mass Effect con un First Person Mod minuscolo dal punto di vista del peso d'installazione ma che ha un impatto enorme sul gameplay. Permette infatti di cambiare la prospettiva del giocatore dalla terza alla prima persona. Come potete vedere dal video, l'implementazione è stata ottima, e il gioco è perfettamente giocabile anche in prima persona, dando una maggiore profondità alle sparatorie, soprattutto se si decide di affrontare il gioco ad alti livelli di difficoltà.

The Witcher 3

Geralt Flying Mod

Che il motore grafico e l'ambientazione di The Witcher 3 siano assolutamente fuori parametro nonostante i tre anni trascorsi dalla pubblicazione è assodato, ma l'essere limitati a percorrere l'area di gioco a piedi o a cavallo è sempre stato ritenuto da molti un po' noioso, soprattutto se non si sono ancora sbloccati i checkpoint per velocizzare gli spostamenti tramite i viaggi rapidi. Per chi detesta arrivare in ritardo Geralt Flying Mod è un'installazione praticamente obbligata. Come potete vedere dal video qui sotto, il nostro Witcher può trasformarsi in un demone alato e svolazzare allegramente per la mappa senza alcuna limitazione.

Geralt si trasforma in un demone e comincia a svolazzare per la mappa. E Roach muuuuuuto.

La trasformazione è carina, mentre l'animazione di volo è piuttosto semplice e non prevede particolari evoluzioni se non lo stare dritti mentre Geralt sbatte le ali: in questa configurazione non si può combattere ma semplicemente spostarsi a una velocità considerevole nell'area di gioco, controllando dall'alto eventuali zone pericolose prima di entrare in azione. Concordiamo tutti sul fatto che una versione di questo mod a cavallo di un drago sarebbe balzata in cima alle preferenze di tutti i download per l'RPG di CD Project, ma anche in questa versione si conferma una modification dall'indubbia utilità, oltre che dal notevole divertimento.

No Man's Sky

Space Dream

Un gioco di esplorazione spaziale come No Man's Sky ha la sua fetta di detrattori, ma in quanto ad esperienza di gioco è stato, nonostante i problemi che tutti conosciamo, uno degli esperimenti più interessanti degli ultimi tempi. Logica vuole che anche i modder abbiamo deciso di affrontarlo e in effetti su Nexus Mod si è sviluppata una repository di modification piuttosto interessanti. Quella che vi proponiamo qui oggi è in realtà una collezione intitolata Space Dream attualmente in versione 1.3, che mette insieme un sacco di tweak essenzialmente di origine natura grafica per quanto riguarda la raffigurazione dello spazio.

1
Uno dei tanti mod inclusi nel pacchetto Space Dream: pianeti con anelli asteroidali di ogni forma e dimensione.

Nel pacchetto, che permette di attivare o disattivare le modification a piacimento e quindi tornare alle configurazioni Vanilla nel giro di pochi clic, si trova un po' di tutto: nuove colorazioni per le atmosfere, sistemi binari con due soli, cambi di colore e animazione delle nebulose, cambi d'illuminazione che rimuovono i disturbi per avere un'immagine stellare ben definita, l'introduzione di pianeti con una cintura asteroidale, polvere spaziale di ogni genere e persino asteroidi in grado di danneggiare la nostra nave. Una vera e propria Collector's Edition delle mod spaziali di No Man's Sky che grazie all'autoinstaller di Nexus Mods rende la gestione delle modification veloce e intuitiva.

Vai ai commenti (1)

Riguardo l'autore

Matteo Lorenzetti

Matteo Lorenzetti

Redattore

Dopo dieci anni di The Games Machine, approda finalmente alla redazione di Eurogamer.it. Onnivoro per quanto riguarda i generi, predilige sparatutto, giochi di guida ed RTS.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (1)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza