Il Mediacom Flexbook Edge 11 appartiene alla categoria dei convertibili, laptop 2 in 1 capaci di essere nello stesso tempo sia notebook sia tablet. Rispetto a un tablet puro, il Flexbook Edge 11 sconta il peso maggiore (1.200 grammi), dovuto alla tastiera non rimovibile e, soprattutto, al suo generoso display Full HD da 11,6 pollici. Il vantaggio è che un prodotto di questo tipo offre il meglio dei due mondi, permettendo all'utente di passare dall'una all'altra modalità in qualunque momento.

Basato su sistema operativo Windows 10 Home 64-bit ed equipaggiato con processori Intel Celeron N3350 (Apollo Lake) fino a 2.4 GHz, quindi, in grado di destreggiarsi al meglio con applicativi e contenuti multimediali di ogni tipo, il nuovo Mediacom FlexBook Edge 11 (codice modello M-FBE11) va ad arricchire ulteriormente l'offerta del brand in ambito mobile che, oggi più che mai, è in grado di soddisfare al meglio ogni tipo di esigenza.

Il Mediacom Flexbook Edge 11 è ben costruito, realizzato interamente in una speciale lega di alluminio, che oltre a renderlo decisamente leggero, al contempo conferisce a questa macchina eccellenti doti di robustezza, oltre a un look decisamente elegante. Quando si passa dalla configurazione notebook a quella tablet lo chassis non flette, le cerniere sembrano ben fatte e robuste e tutto l'oggetto, nel complesso, è ben rifinito e assemblato. La tastiera è ben fatta, con tasti a corsa breve e comodi, così come il touchpad multigesture. Interessante la parata di viti di fissaggio sul fondo che fa pensare alla possibilità di interventi di riparazione in futuro, in caso di guasto, che lo allontana dalla pila dei techno oggetti usa e getta.

1
Il telaio in alluminio conferisce leggerezza e robustezza al Flexbook Edge 11.

Il display Full HD di tipologia IPS è piuttosto luminoso, fedele nei colori e risponde bene al tocco, anche se le ditate tendono a restarci sopra in maniera alquanto ostinata. La cornice nera che lo circonda misura un paio di centimetri, cosa che dà al piccolo Mediacom un aspetto un po' "retrò", visto che non segue la moda dello schermo frameless che va per la maggiore di recente. Questa considerazione, unita al fatto che lo schermo è un panoramico 16:9, lo rende piuttosto "lungo" quando lo si usa come tablet in verticale: se siete abituati a un tablet con il tradizionale schermo 3:2, con il Flexcom dovrete prenderci un po' la mano.

Il blocco automatico della tastiera in configurazione tablet impedisce azioni involontarie, mentre i tasti di controllo e le prese USB restano sempre accessibili. A questo proposito la dotazione è adeguata alla classe del prodotto: il Mediacom offre due porte USB 3.0, un collegamento Bluetooth 4.0, una webcam da due Megapixel, un'uscita video micro-hdmi per il collegamento di display esterni e uno slot Micro SD. L'audio, supportato dalla presenza di quattro speaker frontali, è affidato alla classica presa jack analogica da 3,5 mm e fa decisamente una discreta figura. La memoria di archiviazione è di 32GB, espandibili tramite Micro SD fino a 128 GB. Per coloro che desiderano aumentare ulteriormente lo spazio d'archiviazione è poi presente uno slot SSD M.2, che permette di accogliere dischi con capacità fino a 1 TB.

Usato come un tradizionale notebook, nella sua classe il Mediacom si comporta bene. All'accensione, Windows 10 parte in una trentina di secondi, subito dopo si è pronti a operare. Tenendo conto della CPU utilizzata e dei 4 GB di memoria RAM installati possiamo dire che non penalizza eccessivamente le classiche applicazioni standard di derivazione pc, come per esempio le operazioni di tipo "office" a cui siamo abituati. Nella navigazione web il piccolo Flexbook dà il meglio di sé. Lo abbiamo provato sia con Edge, il browser di serie con Windows 10, sia con Chrome e con entrambi i software non abbiamo avuto problemi. La navigazione è sempre stata fluida, così come la riproduzione dei video. Buono il comportamento con Cortana: l'assistente virtuale di Casa Microsoft ha eseguito al meglio il suo dovere, sia con richieste vocali che con input classici di mouse e tastiera.

Il nostro Unboxing del Mediacom Flexbook Edge 11.

La batteria, da 4.800 mAh, non è affatto male. Ci ha permesso di lavorare bene per circa un'intera giornata facendo le classiche attività da notebook leggero: web, scrittura di testi, email, un po' di svago con Youtube e con la musica di Spotify. Le specifiche ufficiali prevedono otto ore di autonomia: nella nostra esperienza ci siamo andati piuttosto vicini.

Per quanto riguarda i giochi non aspettatevi di gestire titoli tripla A, ma ci siamo divertiti a scaricare e a provare, dallo Store Microsoft tanti giochi anche piuttosto divertenti. Quasi sempre la fluidità è stata ottima, anche nelle azioni più concitate di Asphalt 8, per esempio: se vi piacciono i titoli indie bidimensionali, questo Flexbook dovrebbe potervi soddisfare senza problemi. Gradito bonus, i nuovi FlexBook Edge offrono anche la possibilità di accesso gratuito per sei mesi al catalogo di video on demand di Infinity, la piattaforma Mediaset che mette a disposizione oltre 6.000 titoli tra film, serie tv e cartoni animati.

Il Mediacom Flexbook Edge 11 è un buon portatile due in uno. Ben costruito e con un rapporto qualità-prezzo più che buono (attualmente si trova a meno di 300 euro nei negozi online), può diventare un ottimo compagno di svago e di lavori non eccessivamente onerosi dal punto di vista della grafica (niente montaggio video o fotoritocco, per dirne due), il che lo rende un prodotto discretamente interessante per chi ha bisogno un device leggero e versatile da usare in casa e fuori.

Commenti (1)

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza

Contenuti correlati o recenti