E3 2018: Le aspettative per la conferenza Microsoft - articolo

I grandi attesi, le speranze e le certezze. 

Ultimamente tanti occhi sono puntati su Microsoft e i risultati ottenuti durante questa generazione, con parecchio terreno da recuperare nei confronti della diretta avversaria Sony, complice una carenza di esclusive sia sul fronte qualitativo che quantitativo. Quello su cui gli americani hanno lavorato sodo, sono senza dubbio le infrastrutture e i servizi erogati, dal Game Pass al futuro ricercato nel cloud, senza dimenticare il lancio di una console dalle indubbie qualità tecniche: Xbox One X.

Parlando prettamente di esclusive per i tanti fan sparsi del mondo un pizzico di amaro in bocca c'è, e tutte le speranze sono riposte nella conferenza dell'E3 2018 di Los Angeles. Da quando Phil Spencer ha preso in mano il timone della divisione gaming di Microsoft, abbiamo assistito a diversi show incentrati principalmente su grandi titoli e iniezioni di hype endovena, ma adesso è tempo di dare un segnale forte, di dimostrare che questa generazione ha ancora molto da offrire ai possessori di Xbox One. Eccovi quindi un punto della situazione sui possibili protagonisti dell'evento e su tutto ciò che è lecito aspettarsi.

Tra i grandi attesi c'è sicuramente Master Chief, e le ultime voci di corridoio vogliono non uno, ma ben due titoli ambientati nell'universo di Halo. A quanto pare la volontà è quella di separare il comparto multiplayer, pubblicato con il titolo di Halo Infinity (da confermare), e dedicare un progetto standalone alla campagna single player (l'atteso sesto capitolo?). Se i rumor fossero confermati ci ritroveremmo davanti ad una strategia che ultimamente sta prendendo piede, ad esempio con il caso Call of Duty. Schierare una mascotte di questo peso potrebbe essere la scelta giusta per risollevare il morale di tanti fan.

2
Le ultime notizie emerse vogliono due titoli separati per Master Chief: uno dedicato al multiplayer e l'altro al single player.

Se questa papabile accoppiata ha già risvegliato in voi una certa dose di interesse, che ne direste di un bel tris di Gears of War? È un'ipotesi avanzata da Polygon quella che vede ben tre incarnazioni dei celebri soldati impegnati nella guerra alle locuste: un nuovo capitolo per il filone principale, uno spin-off strategico sulla falsa riga di Halo Wars e perfino un Battle Royale. Non ci sono fonti ufficiali su questi "fanta annunci", ma a poco meno di due anni di distanza dal lancio di Gears of War 4 anche un singolo teaser potrebbe aiutare il ritmo della conferenza. Potrebbe anche essere l'occasione per confermare l'Ultimate Edition del secondo capitolo, anche se la retrocompatibilità per la versione originale, annunciata recentemente e comprensiva di tutti i DLC pubblicati, sembrerebbe escludere il leak fuoriuscito ad aprile.

Abbandonando la strada dei progetti dal budget imponente il nostro mirino si sposta invece su Cuphead, con altre voci di corridoio che vogliono i fratelli Moldenhauer al lavoro su un DLC, o addirittura un papabile sequel, della loro opera animata. Lo Studio MDHR ha conquistato i favori del pubblico con la sua opera tributo all'animazione degli anni '30, e un ruolo da protagonista nella conferenza regalerebbe una buona dose d'entusiasmo alla platea.

Concludendo la carrellata di voci di corridoio su esclusive più o meno papabili, ricordiamo il leak su un fantomatico Fable 4 ad opera di Playground Games, "confermato" dall'ex Lionhead Don Williamson. In passato fonti dal web hanno suggerito anche un probabile Perfect Dark firmato da The Coalition, ma anche in questo caso nulla è mai stato commentato, confermato o smentito. Riserviamo poche speranze in merito a queste due "sorprese", ma in passato Microsoft è stata in grado di stupire tutti.

3
Un sequel o un DLC di Cuphead farebbe la gioia di tantissimi fan.

Sotto il profilo dei multipiattaforma tutto sembra ancora più fumoso, e i rumor più interessanti ruotano attorno a Rocksteady che, dopo la celebre serie dedicata a Batman, potrebbe essere al lavoro su un videogioco dedicato a Superman. Si vocifera che verrà mostrato addirittura un gameplay su Xbox One X, che mostrerà elementi del sistema di combattimento ed il villain Brainiac. Tutte queste informazioni giungono a noi da 4chan (quindi non molto affidabile), ma non sono state confermate in alcun modo da Warner Bros.

Sul fronte delle certezze è sicura la presenza di Forza Horizon 4, legittimata da un'intervista di Fernanda Delgado, capo della divisione Xbox di Spagna e Portogallo. Manca ancora la sicurezza sulle ambientazioni del prossimo capitolo, con il Giappone ancora in pole position. Allo stesso modo uno dei grandi attesi è senza ombra di dubbio Crackdown 3, che purtroppo è stato rinviato al 2019, ma di cui speriamo di conoscere ancora qualche dettaglio. In merito a progetti rinviati è impossibile non citare Metro Exodus, di cui sarà sicuramente mostrato materiale inedito per tutti fan in trepidante attesa.

4
- Un rinvio di Crackdown 3 rende la vita più dura a tutti i possessori di Xbox One, ma Microsoft non può permettersi altri errori sul fronte qualitativo.

Il sequel Ori and the Will of the Wips è stato presentato alla scorsa edizione dell'E3, ed è certa la sua partecipazione nella prossima conferenza Microsoft, con l'unico dubbio da sciogliere legato alla sua data di uscita, per certe fonti prevista entro l'anno corrente. Come ogni anno è lecito attendersi un passaggio riguardo il programma ID@Xbox: un momento dedicato a tutti i progetti indipendenti accolti sotto l'ala di Microsoft. Nell'attesa di scoprire nuovi e interessanti titoli gli occhi sono indubbiamente puntanti sugli ispirati Ashen e The Last Night, rivelati nella kermesse dello scorso anno.

Resta ancora da capire se verrà dato spazio ad HoloLens, che ha goduto di una cospicua presentazione all'E3 2017, mostrando diverse funzioni legate a Minecraft. Si vocifera di una papabile seconda versione del visore per la realtà aumentata, anche se la presenza di questo hardware andrebbe in contrasto con le recenti dichiarazioni della casa di Redmond.

In definitiva Microsoft è sicuramente chiamata, più che ad un grande show, ad una vera e propria dimostrazione di forza, soprattutto dopo i risultati altalenanti delle ultime esclusive. Phil Spencer resta fiducioso dell'operato della sua squadra, e noi con lui: questo E3 2018 sembra assumere i contorni del celebre "treno che passa una volta sola", che l'azienda è chiamata a non perdere in alcun modo.

Vai ai commenti (33)

Riguardo l'autore

Gabriele Carollo

Gabriele Carollo

Redattore

Si barcamena nello scrivere da pochi anni, tra ettolitri di birra e mostrando con orgoglio la sua barba. Se cercate un consiglio fraterno e senza fronzoli, è l’uomo che fa al caso vostro.

Contenuti correlati o recenti

PS4 non sta venendo prodotta in massa per sopperire all'assenza di PS5: smentita ufficiale

No, Sony non sta potenziando la produzione di PS4 per sopperire alla richiesta di PS5.

God of War è un successo incredibile su PC: 50 mila giocatori contemporanei e 97% di recensioni positive

Ottimo gioco, ottimo port: God of War ha recensioni positivissime e moltissimi giocatori in contemporanea su Steam.

God of War è giocabile con controller Xbox e Switch su PC: 'Perché limitare i giocatori?'

Il capo della produzione del port di God of War su PC spiega il ragionamento sulle periferiche concorrenti.

Articolo | Le migliori colonne sonore originali dei videogiochi

Dove ascoltare 25 fra le migliori OST partorite dal medium.

Dying Light 2 avrà contenuti post-lancio per 'almeno 5 anni'

Techland ha fornito indicazioni sui contenuti post-lancio di Dying Light 2: supporto per 5 anni.

Articoli correlati...

Cyberpunk 2077, finalmente è stata trovata una porta che si può aprire... ma è deludente

Strano a dirsi, ma sì: c'è una porta apribile nella Night City di Cyberpunk.

Articolo | Le migliori colonne sonore originali dei videogiochi

Dove ascoltare 25 fra le migliori OST partorite dal medium.

CEO di compagnie videoludiche hanno guadagnato cifre stratosferiche nel 2020

Dati alla mano, i CEO di alcune compagnie hanno visto entrate totali per quasi un miliardo di dollari.

God of War è giocabile con controller Xbox e Switch su PC: 'Perché limitare i giocatori?'

Il capo della produzione del port di God of War su PC spiega il ragionamento sulle periferiche concorrenti.

Commenti (33)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza