Il modello di business dei giochi come servizi ha impattato da anni l'industria ed evidentemente si tratta di qualcosa che fa gola agli sviluppatori, a giudicare dalle dichiarazioni di Warner Bros. riportate da Resetera.

middle_earth_shadow_of_war_review_014209_1500x844

Come possiamo leggere infatti il colosso dell'intrattenimento ha affermato che La Terra di Mezzo: L'Ombra della Guerra è stato progettato come tale, inoltre asserisce che la società si sta sempre di più spostando verso quella direzione, ovvero i giochi intesi come servizi, per cui in un futuro non troppo lontano essi costituiranno interamente il modello di business per quanto riguarda i videogiochi.

David Haddad, il presidente di Warner Bros. Interactive Entertainment, ci ha comunque tenuto a specificare che il modello dei giochi come servizi necessita comunque di figure professionali diverse rispetto a quelle impiegate tradizionalmente nello sviluppo di videogiochi, i giochi vanno infatti trasformati in titoli capaci di trattenere i videogiocatori per un lungo periodo di tempo, e Warner sta investendo in tal senso.

Cosa ne pensate di questa trasformazione in atto id Warner Bros.?

Riguardo l'autore

Stefan Tiron

Stefan Tiron

Redattore

Studente universitario a tempo pieno, scrittore a tempo vuoto. Svezzato a PS1 e Final Fantasy, adora il genere degli RPG e di riflesso il fantasy in ogni sua forma e dimensione.

Altri articoli da Stefan Tiron

Commenti (3)

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza

Contenuti correlati o recenti

La Terra di Mezzo: L'Ombra della Guerra si aggiorna, update disponibile gratuitamente da oggi

Diverse migliorie di gioco e ai contenuti, vediamo cosa cambia.

Middle-Earth Shadow of War: eliminate le microtransazioni

Lo store in game chiuderà il 17 giugno.

Far Cry 5: A spasso su Marte (DLC) - recensione

Un piccolo passo per un campagnolo, un grande passo per l'umanità.