The Last of Us Part 2 non sarebbe stato sviluppato se Naughty Dog non avesse avuto nulla di importante da dire

Lo dichiara Neil Druckmann in un'intervista, parlando anche del DLC del primo capitolo "Left Behind".

The Last of Us sembrava un'esperienza completa nonostante il suo finale ambiguo, e non sarebbe stato sorprendente vedere il gioco originale come unico episodio della serie. The Last of Us Part 2, tuttavia, è reale e verrà sviluppato perché il team ha qualcosa di importante da dire.

Come segnalato da Wccftech, parlando con Game Informer il direttore creativo di Naughty Dog, Neil Druckmann, ha dichiarato che The Last of Us Part 2 non sarebbe stato sviluppato se il team non avesse avuto nulla di importante da dire. Anche quando stava sviluppando il DLC Left Behind per il gioco originale, lo studio temeva che stessero rovinando il gioco originale. Al contrario, ha dato loro la possibilità di arricchire di più Ellie, qualcosa che continuerà nell'atteso secondo episodio.

"Non faremmo un sequel a meno che non ci sentiamo come se ci fosse qualcosa di altrettanto importante da dire. Anche quando abbiamo realizzato Left Behind, c'era la paura del tipo: "Stiamo facendo del male a questo gioco?" Left Behind è stato un enorme successo e ha arricchito ulteriormente i personaggi. Ora si è presentata non solo l'opportunità di raccontare qualcosa di importante e in cui noi crediamo molto, ma anche di sviscerare un personaggio complesso in modo più interessante. E se lo faremo, non potrete ignorare il risultato finale. Non potrete proprio farlo".

The_Last_of_Us_Part_II_development_740x416

The Last of Us Part 2, che abbiamo ammirato nell'ultimo splendido gameplay trailer all'E3 2018, è atteso in esclusiva su PS4, ma non ha ancora ricevuto una data di uscita precisa.

Voi cosa ne pensate? The Last of Us doveva concludersi con il primo capitolo?

Vai ai commenti (4)

Riguardo l'autore

Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Redattore

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Le Razer Kraken Ultimate sono le nuove cuffie pensate per il gaming competitivo

Tutti i dettagli di un nuovo headset tutto da scoprire.

"Google Stadia sembra già un flop monumentale"

Lo afferma il noto giornalista Jason Schreier, che parla anche di pre-order al di sotto delle aspettative.

Commenti (4)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza