Il cambio ai vertici di Nintendo era già stato annunciato alcuni mesi fa ma ora arriva ufficialmente il passaggio del testimone: la grande N ha un nuovo presidente nella figura del 46enne Shuntaro Furukawa che andrà a sostituire il presidente uscente, Tatsumi Kimishima.

Il nuovo presidente si era presentato all'industria con parole che dimostravano la volontà di unire innovazione e tradizione per il futuro della compagnia:

"Svilupperemo la compagnia al pieno del suo potenziale. Bilancerò le tradizioni di Nintendo: originalità e flessibilità. Sono cresciuto giocando al Famicom e provengo da quella generazione. Ora come membro del management insieme al creatore di Super Mario, Shigeru Miyamoto, ho molto rispetto per lui. D'altro canto con questo nuovo lavoro non può bastare quindi mi aspetto di dire ciò che deve essere detto per gestire la compagnia".

Nel corso dell'78esimo incontro annuale con gli azionisti sia Kimishima che Furukawa si sono lasciati andare ad alcune dichiarazioni ufficiali riportate da Nintendo Everything. Ecco le parole di Kimishima:

"Fui nominato presidente in seguito all'improvvisa scomparsa del nostro presidente precedente ma grazie al supporto di un gran gruppo di ottime persone, inclusi i nostri azionisti, Switch è stato pubblicato senza alcun intoppo. Non penso che potrei ritirarmi in un momento migliore. Vi ringrazio di cuore".

1

Ecco invece le dichiarazioni del novello presidente Nintendo, Shuntaro Furukawa:

"Occuperò da ora il ruolo di presidente e come tale parteciperò a tutti i futuri incontri del consiglio di amministrazione. Come compagnia continueremo a cambiare con i tempi ma al di là di tutto continueremo a essere un'azienda che infonde nell'intrattenimento che produce flessibilità e inventiva e continueremo a dedicarci al far sorridere le persone".

Cosa pensate di questo cambiamento anche generazionale ai vertici di Nintendo e dell'operato di Tatsumi Kimishima?

Riguardo l'autore

Alessandro Baravalle

Alessandro Baravalle

Redattore

Si avvicina al mondo dei videogiochi grazie ad un porcospino blu incredibilmente veloce e a un certo "Signor Bison". Crede che il Sega Saturn sia la miglior console mai creata e che un giorno il mondo gli darà ragione.

Altri articoli da Alessandro Baravalle