8bitdo è un marchio che si è guadagnato velocemente popolarità tra i videogiocatori, specialmente tra gli appassionati di retrogaming. Sin dai primi dispositivi realizzati, questi gamepad si sono fatti notare per la loro compatibilità con più piattaforme e sistemi operativi e per un d-pad generalmente migliore di altri prodotti più costosi e blasonati.

L'anno scorso la compagnia aveva lanciato l'N30 Pro e il F30 Pro, joypad ispirati al design del NES e del Famicom rispettivamente, ma anche i primi dotati di stick analogici. Questi due modelli, venduti a un prezzo di circa €40, hanno letteralmente sbancato, grazie anche alla compatibilità con Nintendo Switch arrivata dopo il lancio. Adesso è arrivato un nuovo gamepad che migliora ulteriormente la proposta precedente: si tratta dell'SF30 Pro/SN30 Pro, gamepad che questa volta s'ispira ai lineamenti del controller del Super Famicom/Super Nintendo (disponibile nelle due rispettive versioni ispirate alla console europea/giapponese e americana), e che esce di fabbrica con diverse novità come la vibrazione ed il supporto nativo a Nintendo Switch, con motion control compresi.

Iniziamo la nostra recensione partendo dalla confezione e dal suo unboxing. Come potete vedere dal video qui sotto, in cui eseguiamo una prova di accoppiamento e utilizzo, ed un confronto col modello NES Pro. La scatola è compatta e facile da trasportare e all'interno contiene, oltre al pad coperto da una plastica, il cavo USB Type-C (novità rispetto al Type A utilizzato nei precedenti modelli) e il manuale d'istruzioni necessario per accoppiare il pad a ogni piattaforma.

La nostra video analisi dell'8bitdo SF30 Pro, con unboxing, test con Nintendo Switch e comparativa con l'N30 pro.

Le sensazioni generali sono di una certa solidità: le plastiche sono di buona fattura e non scricchiolano anche dopo un uso piuttosto intenso. Le dimensioni sono aumentate rispetto al NES Pro, soprattutto in spessore, per ospitare i sensori di movimento, il motore per il rumble e verosimilmente una batteria più capiente, che consente una longevità di sedici ore. Questo nuovo modello perde le strisce led del NES Pro, presumibilmente per ragioni di risparmio energetico, ma non è stata affatto una cattiva idea, dato che risultavano troppo invasive specialmente al buio. Al loro posto ci sono quattro piccoli led nella parte centrale inferiore che indicano funzionamento e procedure di accoppiamento e non infastidiscono nell'uso notturno.

L'SF30 Pro è compatibile con un gran numero di piattaforme e sistemi operativi: Windows, MacOS, Steam, Nintendo Switch, Android e Raspberry Pi. Se giocate su una sola di queste piattaforme, questo pad vi darà grandi soddisfazioni, ma se giocate su più di una di esse, la convenienza aumenta a dismisura. Grazie al supporto nativo alle librerie X-input e D-input, il gamepad si accoppia facilmente a ciascuna di queste piattaforme in modalità wireless o, alternativamente, potrete sempre utilizzarlo come un semplice gamepad USB collegando il cavo incluso.

La configurazione dei tasti s'ispira a quella del SNES, ma si aggiungono i classici tasti dei gamepad delle console moderne. Quindi abbiamo, oltre ai pulsanti ABXY Select e Start, anche L1,L2,R1,R2, due stick analogici cliccabili e un tasto power che ha pure la funzione di pairing. Gli stick analogici vedono pure un upgrade rispetto all' N30 Pro: mentre i precedenti erano simili a quelli piatti e plasticosi della PS Vita, questi sono più generosi, voluminosi e gommati, in linea quindi con quelli dei pad delle console current-gen.

2
SF30 Pro ed SN30 Pro sono assolutamente identici nelle specifiche, cambia solo l'aspetto: il primo riproduce il controller del Super Nintendo Famicom (SNES europeo), il secondo del Super Nintendo versione americana. Scegliete quello che più vi piace!

L'accoppiamento è rapido e funzionale; a seconda della piattaforma con cui vorrete utilizzare il pad, c'è una combinazione di tasti da premere all'avvio, e in pochi secondi sarete pronti all'azione. Una volta accoppiato la prima volta, il pad rimane sincronizzato anche dopo lo spegnimento, ma se vorrete utilizzarlo su un'altra macchina, che sia un PC, uno smartphone o il Raspberry Pi, dovrete eseguire nuovamente il pairing. Questo è forse l'unico limite di questo gamepad se intendete utilizzarlo a rotazione su più console o computer.

Per il resto, l'esperienza d'uso è davvero fantastica. L'SF30 Pro non ha nulla da invidiare a controller premium come DualShock 4, Xbox One Controller o Switch Pro Controller. Nel caso della console Nintendo, il pad viene riconosciuto dal sistema proprio come Pro Controller, come potete vedere nel video dell'articolo. Gli input sono reattivi e totalmente lag-free, ma il limite rispetto al controller ufficiale Nintendo è che non è presente la vibrazione HD, tecnologia proprietaria della casa di Kyoto.

Ma l'ambito dove l'SF30 Pro eccelle, così come anche i suoi predecessori, è il retrogaming. Platform a scorrimento, beat'em up, picchiaduro come Street Fighter o The King of Fighters sono il terreno di caccia perfetto per questo piccolo gioiellino; il D-pad è veramente eccellente e superiore rispetto ai D-pad delle console moderne, e già solo questo ambito di utilizzo varrà veramente ogni centesimo dei €45 a cui è venduto. Questo tastierino è studiato infatti permettere di eseguire repentini cambi di direzione ed articolate combo con precisione.

4
La scatola è compatta e permette un facile trasporto in qualsiasi borsa o zaino.

A fronte di sedici ore di utilizzo, la ricarica è abbastanza rapida richiedendo appena 1-2 ore per completarsi, e nel frattempo potrete sempre utilizzare il cavo USB per continuare a giocare sui sistemi compatibili. Non arriviamo alle 30 ore e passa del Wii U Pro Controller, ma di certo come longevità si doppia tranquillamente quella del Dual Shock 4.

Abbiamo testato l'SF30 Pro con Windows, Android, Nintendo Switch, MacOS e Steam. In tutti i casi la procedura di accoppiamento è stata veloce e senza intoppi e l'esperienza d'uso gratificante. Questo gamepad si adatta veramente ad ogni tipo di gioco e frangente di utilizzo, ed è estremamente comodo: i tasti sono disposti in maniera ergonomica e tra le vostre mani sembra trovarsi davvero al posto giusto.

Le nostre conclusioni sono dunque estremamente positive. 8bitdo con SF30 Pro ha creato forse il gamepad per retrogaming definitivo. Non abbiamo veramente trovato dei difetti, neanche sforzandoci e il prezzo è assolutamente adeguato a materiali, assemblaggio e prestazioni. Per €45 vi porterete a casa un gioiellino da portare con voi ovunque, vista la sua versatilità e compatibilità con più piattaforme. Non possiamo quindi che raccomandarne l'acquisto, sia che giochiate su Nintendo Switch, sia che retrogiochiate con regolarità su una o soprattutto più piattaforme compatibili con questo controller.

Riguardo l'autore

Marco Procida

Marco Procida

Redattore