Ubisoft ha da poco implementato un nuovo sistema di ban per gestire la comunità tossica presente in Rainbow Six: Siege.

In poche parole tutti coloro che infrangeranno il Codice di Condotta usando linguaggio o contenuti ritenuti illegali, pericolosi, minacciosi, offensivi, osceni, volgari e via discorrendo si ritroveranno bannati.

Come riportano i colleghi di Eurogamer.net, questi ban variano da un minimo di mezz'ora a periodi di 2, 7 o 15 giorni, per i casi più gravi è previsto il ban permanente. Da ieri i giocatori stanno riportando di essere stati bannati per aver usato un linguaggio non adeguato. Alcuni giocatori però hanno pensato di usare questo nuovo sistema a loro vantaggio, cercando di spingere gli avversari a usare toni incivili, uno di questi è Rook_Boi, un utente Reddit:

"Mi sento un verme ma ho usato questo trucco stamattina, durante una partita ho digitato, non essere razzista, e subito un mio avversario è stato bannato per aver detto qualcosa di razzista."

Decisamente questo nuovo sistema non piacerà a molti, ma ci sono anche utenti schierati con Ubisoft, come afferma 1337kid:

"Non puoi attirare qualcuno nel fare l'idiota, lo è sempre stato."

Cosa ne pensate di questo nuovo metodo? Avete mai avuto esperienza poco gradevoli con i giocatori di Rainbow Six: Siege?