EA ha deciso di espandere ulteriormente il modo in cui i giocatori di FIFA potranno vivere il calcio all'interno del prossimo capitolo della serie calcistica che negli ultimi anni sta dominando il mercato. FIFA 19 proporrÓ una modalitÓ Survival i cui dettagli hanno inevitabilmente attirato la curiositÓ di fan e addetti ai lavori.

Le amichevoli standard possono essere messe da parte per un'altra tipologia di match in cui si pu˛ addirittura disattivare l'arbitro. Una delle possibilitÓ al di lÓ delle amichevoli standard Ŕ quella di dare il via a una partita in modalitÓ Survival. Il funzionamento Ŕ particolare ma sicuramente interessante: quando segni un goal un giocatore della tua squadra scelto assolutamente a caso deve lasciare il terreno di gioco. Il gioco continua in questo modo: ogni volta che segni un goal perdi un giocatore e proseguendo nella partita la sfida sarÓ inevitabilmente sempre pi¨ difficile.

A corredo delle informazioni condivise da Eurogamer.net Ŕ comparso in rete anche un interessante video gameplay che ci dÓ un'idea della modalitÓ.

Dato che avere meno di sette giocatori sul terreno di gioco cozza con le classiche regole del calcio, Ŕ possibile vincere all'interno della modalitÓ Survival prima della fine dei novanta minuti segnando quanto meno cinque goal.

Matt Prior, creative director di FIFA 19, sottolinea che molte persone associano la Survival mode a una sorta di battle royale in salsa FIFA ma in realtÓ la stessa idea alla base della sua realizzazione risale a molto prima del boom dei battle royale. Prior sottolinea, ad esempio, il fatto che in FIFA Street del 2012 fosse presente una modalitÓ con un concept molto simile.

Cosa pensate di questa aggiunta alle amichevoli classiche del calcistico targato EA? Vi sembra una novitÓ quanto meno interessante?

Riguardo l'autore

Alessandro Baravalle

Alessandro Baravalle

Redattore

Si avvicina al mondo dei videogiochi grazie ad un porcospino blu incredibilmente veloce e a un certo "Signor Bison". Crede che il Sega Saturn sia la miglior console mai creata e che un giorno il mondo gli darÓ ragione.