Microsoft si trova tra la mani un nuovo gruppo di studi interni e dovrà ovviamente sfruttarne al meglio le capacità supportando team che hanno almeno in parte già dimostrato un certo talento. L'approccio della compagnia è in questo senso molto importante e proprio di questo ha discusso il capo dei Microsoft Studios, Matt Booty, sulle pagine di Games Industry.

In questo senso Booty promette supporto assoluto e piena la libertà creativa per le software house:

"Non so se la rappresentazione di una compagnia con un focus prevalente su multiplayer, giochi social e giochi come servizi sia effettivamente una visione accurata di ciò che stiamo costruendo internamente. Sicuramente i giochi sono social e il guardare, trasmettere, streammare è una parte importante dei videogiochi. I giochi multiplayer, il giocare online, gli eSport, tutti sappiamo quanto queste cose siano importanti ma non c'è mai stata l'intenzione di escludere un certo tipo di contenuti.

"State of Decay è piuttosto social e andando avanti con questa IP possiamo aspettarci una crescita a livello di mondi persistenti, community e gioco online ma questo non significa che i prossimi giochi realizzati da Compulsion (We Happy Few) o Ninja Theory (Hellblade: Senua's Sacrifice), non saranno basati sulla narrazione o non saranno single-player. Ho questo "schema" di persone, team e idee. Ciò che non vogliamo è una situazione in cui abbiamo questa tabella dei tipi di giochi di cui abbiamo bisogno in cui diciamo che vogliamo un platform, un gioco con una mascotte per bambini, tre shooter, due giochi di corse. Non voglio arrivare a questo.

"Penso che i contenuti di qualità arrivino quando garantisci il supporto ai creativi che hanno dei team fantastici e che possono lavorare e dare vita alle proprie idee. Va davvero in questo modo, non siamo assolutamente interessati all'idea di deviare uno qualsiasi degli studi che abbiamo acquisito verso un certo obiettivo a livello di catalogo complessivo".

1
Ninja Theory potrà continuare a lavorare su progetti peculiari come Hellblade: Senua's Sacrifice? Microsoft assicura di sì.

Booty ha poi parlato in dettaglio del rapporto instaurato tra Microsoft e Ninja Theory, il team indubbiamente più talentuoso tra quelli acquisiti recentemente dalla compagnia.

"Il nostro piano per lo studio per quanto riguarda l'integrazione è molto simile a ciò che abbiamo fatto con Mojang e Minecraft, ovvero un livello di integrazione davvero molto minimale. Non stiamo cercando di arrivare e modificare completamente la loro cultura, non stiamo cercando di imporre la presenza di Microsoft ma ciò che facciamo e far si che lo studio si senta supportato, in grado di concentrarsi solo sui contenuti senza la necessità di preoccuparsi delle realtà quotidiane".

Un tipo di approccio decisamente giusto non credete? Cosa pensate delle parole di Booty?

Riguardo l'autore

Alessandro Baravalle

Alessandro Baravalle

Redattore

Si avvicina al mondo dei videogiochi grazie ad un porcospino blu incredibilmente veloce e a un certo "Signor Bison". Crede che il Sega Saturn sia la miglior console mai creata e che un giorno il mondo gli darà ragione.

Altri articoli da Alessandro Baravalle