Sono passate solo alcune settimane dall'annuncio ufficiale di Resident Evil 2 fatto durante la conferenza di Sony allo scorso E3 di Los Angeles. In quell'occasione il buon Leaon, uno dei due coprotagonisti della storia, aveva mostrato quanto il nuovo gioco di Capcom riuscisse bilanciare perfettamente la fedeltà con il gioco originale e la necessità di svecchiare la grafica e le dinamiche di gioco.

Questo perché, se dal punto di vista della storia, delle ambientazioni e dei personaggi, l'originale Resident Evil 2 ha ancora tanto da dire, lo stesso non si può dire del gameplay. Tra la telecamera fissa e i controlli legnosi, il capolavoro di Capcom è invecchiato un po' troppo velocemente per poter essere riproposto integralmente ai giorni nostri. Con un bel restyling grafico, però, è tutta un'altra storia.

La demo di Leon, dicevamo, era incentrata più sui puzzle e l'esplorazione, due elementi fondamentali nell'economia dell'esperienza. Per la Gamescom, invece, Capcom ha pensato di creare una demo decisamente più adrenalinica, questa volta con protagonista Claire Redfield.

1
Combattimento contro il gigantesco Birkin metterà a dura prova le capacità di combattimento di Claire.

La sequenza provata è stata piuttosto breve, ma ci ha consentito di vedere come alcune delle meccaniche originali, come la gestione dell'inventario e degli oggetti, si sposino ancora alla perfezione con un impianto da action in terza persona. Questo perché Resident Evil 2, per un curioso caso gioco di numeri, è più l'evoluzione del controverso sesto capitolo e non dell'amato settimo.

L'inquadratura è quella classica della serie, decisamente più ravvicinata rispetto a quelle di Gears of War o Fortnite e delle coperture non c'è traccia. I combattimenti saranno quindi un susseguirsi di fughe e brevi sparatorie, durante le quali dovremo utilizzare le poche risorse a nostra disposizione. I proiettili, infatti, scarseggeranno, così come le erbe da combinare per recuperare un po' di salute.

Se gli zombie più comuni possono essere affrontati a cuor leggero, bisogna fare un discorso diverso con William Birkin, decisamente più grande, resistente e arrabbiato del normale. Con lui non basteranno i semplici proiettili di una pistola, ma dovremo creare granate incendiarie per abbatterlo.

E come se un'invasione di zombie non fosse abbastanza, in Resident Evil 2 incontreremo (nuovamente) un nutrito cast di persone pronte a intrecciare il loro destino con Leon e Claire. Nella demo di Colonia, per esempio, abbiamo fatto la conoscenza della piccola Sherry. Con lei Claire stringerà subito un forte legame emotivo, che la spingerà a inoltrarsi sempre di più a Raccon City. La bambina, infatti, è riuscita miracolosamente a sopravvivere all'invasione di mostri della città e chiede alla protagonista una mano per ritrovare la madre, una dottoressa della Umbrella.

Nella breve demo abbiamo anche incontrato un altro uomo. Solo che stavolta con lui non è scattata la scintilla, dato che è mosso da motivazioni apparentemente incomprensibili. La parte narrativa riveste ancora un ruolo preponderante nell'esperienza. Attraverso i filmati, anche questi completamente riscritti per l'occasione, Capcom esalterà l'ottimo lavoro svolto sotto il profilo grafico.

2
Claire e Sherry si incroceranno molto presto nel gioco e si troveranno costrette a collaborare per sopravvivere a Raccoon City.

Resident Evil 2, infatti, non sarà una semplice remastered, ma è stato completamente riprogettato per poter rispondere agli standard attuali sia sotto il profilo tecnico sia sotto quello funzionale. Il modo in cui si spara, si corre e si carica l'arma non differisce poi molto da quello di un "normale" sparatutto in terza persona. La differenza sostanziale è data dalla velocità dei protagonisti, decisamente più lenti in Resident Evil 2. Questo rende ogni scontro particolarmente teso, dato che non si ha mai la sensazione di essere in pieno controllo della situazione. Un movimento troppo veloce da parte di un nemico ed ecco che Claire sarà gettata a terra e rischierà di morire.

Questo, unito all'atavica mancanza di munizioni, rimette al centro di tutta l'esperienza la componente survival, andata un po' persa negli anni. Le premesse per un nuovo, grande capitolo di Resident Evil, quindi, sembrano esserci tutte. Il prossimo 25 gennaio arriverà su Xbox One, PS4 e PC un capitolo capace di essere sia completamente nuovo, sia vecchio. Per la gioia di tutti i fan.

Riguardo l'autore

Luca Forte

Luca Forte

Redattore

Luca si divide tra la gestione del ruspante VG247.it e l'infestare Eurogamer con i suoi giudizi sui giochi sportivi, Civilization, Fire Emblem, Persona e Football Manager. Inviato d'assalto, si diverte a rovinare le anteprime video dei concorrenti di tutto il mondo in modo da fare sembrare le sue più belle.

Altri articoli da Luca Forte