Il passato di Remedy Entertainment č costellato di giochi pių o meno riusciti ma comunque caratterizzati da ambizioni e unicitā evidenti: Max Payne, Alan Wake, Quantum Break sono IP che non passano di certo inosservate. Il futuro del team finlandese č sicuramente rappresentato da Control ma non solo dato che ci sarebbe un altro misterioso progetto in sviluppo.

Come se questo non bastasse il team continua a crescere e a guardare verso nuovi orizzonti. In questo senso la creazione di Vanguard č estremamente interessante. Come segnalato da Polygon, Vanguard č il nuovissimo sforzo creativo di Sam Lake e soci, un team interno che si focalizzerā soprattutto sulla creazione di esperienze multiplayer persistenti e innovative.

Č la pagina ufficiale di Vanguard a proporre le informazioni pių interessanti:

"Un piccolo gruppo di persone che lavorano in un modo non convenzionale con l'obiettivo di sviluppare qualcosa in modo veloce e indipendente all'interno di una organizzazione giā affermata. Mentre Remedy Entertainment continua ridefinire e investire negli AAA tradizionali con franchise come Control e Crossfire 2, stiamo costruendo la base per un nuovo team di sviluppo interno con un focus leggermente diverso.

1

"Questo piccolo team agirā con una mentalitā da startup all'interno della stabilitā di una grossa compagnia. La sua missione č quella di sfidare le convenzioni e di creare prototipi e lanciare sul mercato nuovi tipi di esperienze di gioco multiplayer persistenti, che vadano ad affiancare i nostri team di sviluppo centrali e il gruppo che si occupa della tecnologia Northlight (l'engine sfruttato da Remedy). L'obiettivo č quello di creare giochi innovativi degni del nome di Remedy".

La natura sperimentale del team č quindi evidentissima e questa nuova strada di Remedy non puō che incuriosire e attirare la nostra attenzione. Cosa pensate di questo nuovo sforzo creativo della software house?

Giochi trattati in questo articolo

Riguardo l'autore

Alessandro Baravalle

Alessandro Baravalle

Redattore

Si avvicina al mondo dei videogiochi grazie ad un porcospino blu incredibilmente veloce e a un certo "Signor Bison". Crede che il Sega Saturn sia la miglior console mai creata e che un giorno il mondo gli darā ragione.

Altri articoli da Alessandro Baravalle