Spider-Man per PS4 sta riscuotendo un grande successo in tutto il mondo, grazie al fatto che è probabilmente il miglior titolo dedicato al famoso supereroe. Tuttavia, è grazie a Sony che l'esclusiva PS4 è tra le nostre mani. Senza il supporto e coinvolgimento della compagnia, il gioco non sarebbe mai uscito

Come segnala Gamingbolt, parlando con Kinda Funny Games, il creative director di Spider-Man, Brian Intihar ha confermato che è stato grazie alla piena libertà creativa data agli sviluppatori da Sony e PlayStation che ha permesso al gioco di esistere.

"Questo gioco non sarebbe esistito se non fosse stato per PlayStation, se non fosse stato per il loro supporto", ha dichiarato Intihar. "Ogni volta che volevo fare qualcosa, e volevo apportare qualche drastico cambiamento, non ho mai sentito alcuna lamentela. Era come dicessero, 'Vai a farlo.'"

Sony, ovviamente, ha supportato incredibilmente i suoi sviluppatori e partner, ed è per questo che hanno una lista invidiabile di varie esclusive: rispettano i loro sviluppatori e lasciano piena libertà creativa. È questo probabilmente il segreto delle esclusive di successo di PS4.

Che ne pensate? State giocando a Spider-Man?

Riguardo l'autore

Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Redattore

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Altri articoli da Matteo Zibbo

Commenti (4)

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza

Contenuti correlati o recenti

le ultime

Soulcalibur 6: annunciata una beta per il prossimo weekend

Se ve lo stavate chiedendo parteciperà anche Geralt.

RaccomandatoBenQ EL2870U - recensione

Il monitor 4K HDR con il miglior rapporto qualità/prezzo oggi sul mercato.

Devil May Cry 5: confermato il multiplayer online fino a 3 giocatori

Ma il single-player rimane il focus principale.

L'industria videoludica è vicina alle persone colpite dalla bancarotta di Telltale e Capcom

Capcom Vancouver e Telltale Games chiudono i loro studi e moltissimi professionisti si ritrovano senza lavoro.

Pubblicità