Da quando Dying Light 2 è stato presentato all'E3 quest'anno Techland ha messo in risalto la narrativa e la le meccaniche legate alle scelte che potremo effettuare in gioco, riporta Gamingbolt.

Tutto questo ci fa presagire che l'attenzione per la narrazione sarà ancora maggiore nel prossimo capitolo, tanto che gli sviluppatori non pensano nemmeno più al progetto come ad un "gioco di zombie".

Dying_Light_2

Infatti il gioco è trattato come una narrazione plasmata dalle scelte che i giocatori compiono in ogni fase del loro percorso.

"Mentre giochi dovrai affrontare molti difficili dilemmi e le scelte che farai attraverso il gameplay e la storia cambieranno e trasformeranno il mondo attorno a te. Abbiamo realizzato una narrativa non lineare".

"Mentre durante la notte i mostri sono in pieno vigore, durante il giorno l'attenzione è spostata sulla storia".

Dying Light 2 è atteso per il 2019 su PS4, Xbox One e PC. Cosa ne pensate di questa notizia?

Riguardo l'autore

Stefan Tiron

Stefan Tiron

Redattore

Studente universitario a tempo pieno, scrittore a tempo vuoto. Svezzato a PS1 e Final Fantasy, adora il genere degli RPG e di riflesso il fantasy in ogni sua forma e dimensione.

Altri articoli da Stefan Tiron

Commenti (3)

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza

Contenuti correlati o recenti

Dying Light 2: gli sviluppatori ringraziano i fan con un video

Un'accoglienza molto calorosa per il nuovo episodio.

Gamescom 2018: Dying Light 2 avrà un'enorme componente online

Ma Techland non è ancora pronta a parlarne nel dettaglio.

La mappa di Dying Light 2 sarà enorme: ben quattro volte più grande di quella di Dying Light

Il lead game designer Tymon Smektała rivela inoltre alcuni nuovi dettagli sul gioco.