Oggi Dontnod Entertainment Ŕ uno studio in buona salute, forte di collaborazioni con diversi publisher e di un buon numero di diverse IP piuttosto interessanti. Prima di diventare il team che ha lanciato Vampyr, che sta per pubblicare Life is Strange 2 e che Ŕ al lavoro su Twin Mirror la software house francese ha vissuto un periodo molto difficile in cui la bancarotte sembrava l'unica strada possibile.

Life is Strange Ŕ stata la svolta, una svolta che come rivelato dal co-game director e art director del titolo, Michel Koch, deve moltissimo a Telltale Games. Proprio in questo momento in cui il team che ci ha regalato The Walking Dead, The Wolf Among Us e molti altri sembra destinato alla chiusura definitiva, Koch ha deciso di ringraziare i tanti talenti che hanno lavorato nello studio californiano attraverso Twitter.

"Sono stato cosý triste di sentire le brutte notizie riguardanti Telltale. Sono sempre stato un fan del fantastico lavoro di tutte quelle persone talentuose. A essere onesti quelle persone sono la ragione per cui decisi di lavorare sulla narrazione episodica e senza di loro non ci sarebbe stato alcun Life is Strange. Grazie a tutti!"

Per quanto gli ultimi anni di Telltale non siano di certo stati tutte rose e fiori, la compagnia ci ha regalato diversi progetti di ottimo valore a livello narrativo e ha saputo aprire la strada a un modo di fare videogiochi che ci ha permesso di scoprire una perla come Life is Strange e ha garantito la sopravvivenza a Dontnod. Per questo e per diversi altri motivi tanti fan e colleghi stanno salutando la software house con cosý tante dimostrazioni di affetto e stima.

Cosa pensate della vicenda Telltale e del lascito dello studio?

Riguardo l'autore

Alessandro Baravalle

Alessandro Baravalle

Redattore

Si avvicina al mondo dei videogiochi grazie ad un porcospino blu incredibilmente veloce e a un certo "Signor Bison". Crede che il Sega Saturn sia la miglior console mai creata e che un giorno il mondo gli darÓ ragione.

Altri articoli da Alessandro Baravalle