Non chiamatelo solo remake: Resident Evil 2 a confronto con il titolo originale

Dal 1998 a oggi.

"Pensiamo alle persone che l'hanno persino giocato mille volte, vogliamo che lo sentano fresco. Ecco perché non lo chiamiamo Resident Evil 2 Remake. È un nuovo gioco costruito sopra quelle fondamenta. Non vogliamo che tu sappia esattamente come vengono risolti i puzzle, non vogliamo che tu sappia esattamente dove saranno i nemici. Vogliamo sorprenderti, quindi abbiamo cambiato un po' le cose".

Con queste parole Mike Lunn di Capcom aveva spiegato perché il gioco in uscita il 25 gennaio 2019 non viene definito in senso stretto un remake. Le nuove immagini condivise dalla compagnia e segnalate da ComicBook mostrano effettivamente un impatto anche grafico impressionante: la sensazione che questo Resident Evil 2 sia un gioco praticamente nuovo è palpabile anche da questo punto di vista.

1
2
3

C'è la sensazione di trovarsi di fronte a un titolo sotto molti aspetti rivoluzionato e critica e fan sembrano piuttosto soddisfatti del lavoro svolto Capcom. Cosa pensate di queste immagini di confronto? Questo nuovo Resident Evil 2 vi convince?

Vai ai commenti (4)

Riguardo l'autore

Alessandro Baravalle

Alessandro Baravalle

Redattore

Si avvicina al mondo dei videogiochi grazie ad un porcospino blu incredibilmente veloce e a un certo "Signor Bison". Crede che il Sega Saturn sia la miglior console mai creata e che un giorno il mondo gli darà ragione.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (4)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza