L'Enciclopedia di Hyrule è un cimelio da consultare ed esporre fieramente - speciale

Un tomo semplicemente imprescindibile per i fan della saga Nintendo.

All'Enciclopedia di Hyrule bastano un paio di secondi per conquistare, abbagliare, affascinare il potenziale lettore, nonché acquirente, reo, più o meno casualmente, più o meno suo malgrado, di lasciare che il suo sguardo venga attratto ed inevitabilmente catturato dal volume finalmente tradotto e venduto anche dalle nostre parti sia online, che nelle principali librerie del territorio.

Già dalla copertina si ha la chiara e netta sensazione di avere a che fare con qualcosa che è stato concepito, partorito e stampato per titillare i raffinatissimi ed esigenti palati dei fan della prima ora. L'immagine della Triforza, con al suo interno le siluette dei personaggi della saga che, di volta in volta, ne incarnano i valori e spesso ne possiedono fisicamente una porzione, non solo va a comporre una copertina gradevole da guardare, al punto che il sottoscritto ha deciso di mettere il volume su una mensola, in bella vista, ma rende in qualche modo esplicito l'approccio con cui verrà affrontato l'argomento portante del tomo, un approccio tutt'altro che superficiale, generico, persino indicato ad un pubblico di semplici curiosi.

Sì, perché al di là del titolo altisonante dell'opera, all'atto pratico l'Enciclopedia di Hyrule si dimostra un prodotto estremamente curato, esplicativo, chiaro, a patto di conoscere le basi, i concetti fondanti della prolifica saga di Nintendo.

1
L'Enciclopedia di Hyrule è proposta ad un prezzo consigliato di 34,90 €, un costo assolutamente giustificato visto che stiamo pur sempre parlando di un tomo di oltre trecento pagine, pieno di figure.

Non a caso, il primissimo argomento trattato è quello, spinoso e fino a pochi anni addietro alla totale mercé delle teorie dei fan, relativo alla linea cronologica entro cui ordinare i singoli episodi della saga. Ancora orfani di un'edizione nostrana dell'ambitissimo Hyrule Historia, che analizza più da vicino e nel dettaglio la questione, quest'enciclopedia fornisce comunque sufficienti dettagli ed annotazioni per inquadrare le diverse linee temporali in cui si biforca la saga.

La prima sezione in cui è suddivisa l'enciclopedia, quella relativa ai Documenti Storici, si apre così e prosegue presentando le altre terre e regni esplorati da Link nelle sue varie avventure; elencando le caratteristiche delle razze che abitano Hyrule; mostrando la cangiante geografia, gli ecosistemi, le varie culture che di volta in volta distinguono le diverse rappresentazioni del regno; elencando, infine, l'equipaggiamento in cui è possibile imbattersi ed i mostri con cui bisogna scontrarsi lungo tutti i capitoli del brand.

Questa prima parte dell'Enciclopedia di Hyrule è insomma sostanziosa, non solo in termine di pagine, circa un centinaio, ma anche per quanto riguarda l'altissimo numero di immagini e didascalie che arricchiscono e completano il testo principale. Nulla è dimenticato, dalla descrizione dei personaggi principali, alla spiegazione dei simboli che orano e compaiono su alcune superfici o sugli abiti degli abitanti di Hyrule.

2
Qualche mese addietro è stato pubblicato nel nostro continente anche L'Arte di una Leggenda, altro volume che, insieme all'Hyryle Historia ancora inedito dalle nostre parti, va a comporre una sorta di Triforza di tomi imprescindibili per i fan della saga Nintendo.

Anche avendo giocato a fondo ad ogni capitolo della saga, consultare questa sezione dell'enciclopedia significa imbattersi in tutta una serie di piccoli dettagli a cui non si aveva fatto caso, che vengono inseriti e restituiti ad una mitologia, ad una cultura, che spesso scavalca i confini del singolo episodio. Viene insomma messa in risalto la connessione, la trama che lega tra loro i videogiochi della serie.

3
Non è affatto un caso che la copertina dell'Enciclopedia di Hyrule sia blu. Del resto il colore di Nayru, dea della saggezza, è proprio il blu.

La seconda sezione dell'Enciclopedia di Hyrule è invece il Database, un gigantesco elenco, tassonomico e prettamente descrittivo, in cui vengono schedate tutte le ambientazioni, gli item, i dungeon, i nemici che fanno la loro comparsa in The Legend of Zelda. Ogni voce è accompagnata da una piccola immagine, tratta direttamente dal gioco stesso, e da una breve didascalia che ne fornisce una breve relazione.

Si tratta, senza alcun dubbio, della sezione meno "appassionata" del tomo, ma non per questo della meno interessante, visto che torna utilissima per recuperare, velocemente e con poca fatica, informazioni sui vari elementi che compongono i vari capitoli del brand. Soprattutto per quanto riguarda oggetti e nemici, ci si mette davvero pochissimo a scoprire in quali e in quanti episodi sono comparsi.

La terza ed ultima parte in cui si divide l'Enciclopedia di Hyrule prende in esame i singoli capitoli di The Legend of Zelda, proponendoli in ordine cronologico rispetto alla pubblicazione, analizzandone, per ciascuno, la trama, i personaggi principali, le relazioni tra questi, nonché fornendo interessanti curiosità e raccontando stuzzicanti aneddoti relativi alle fasi di sviluppo.

Dal The Legend of Zelda per NES, datato 1986, sino a The Legend of Zelda: Tri Force Heroes, del 2015, ad ogni avventura vengono dedicate mezza dozzina di pagine dando un ordine e contestualizzando le molteplici informazioni contenute nella prima parte dell'enciclopedia.

4
L'Arte di una Leggenda, come il titolo lascia presupporre, è una ricca raccolta di artwork relativo a ciascun capitolo della saga. Un volume tutto da sfogliare ed ammirare insomma.

Come avranno già notato i più attenti, The Legend of Zelda: Breath of the Wild non rientra tra i titoli trattati nel volume. La pubblicazione originale dell'Enciclopedia di Hyrule, difatti, è di poco antecedente al debutto del fortunato capolavoro per Nintendo Switch. A parziale risarcimento di questa inevitabile omissione, una piccolissima sessione dedicata agli spin-off e alle varie apparizioni dei personaggi della saga in altri titoli. Dalle improbabili partecipazioni di Link e Zelda nei vari Super Smash Bros. e Mario Kart, sino a giochi come Freshly-Picked Tingle's Rosy Rupeeland e il più recente Hyrule Warriors, ad ognuno è dedicato una breve annotazione, utile più che altro ad inquadrare il titolo di riferimento nel suo contesto editoriale.

La saga di Nintendo, nel corso degli anni e degli episodi, è cresciuta talmente tanto da rendere complesso il tenere in considerazione l'intera mitologia, i singoli avvenimenti, persino le sole trame di ogni avventura. L'Enciclopedia di Hyrule, in questo senso, è un compendio semplicemente fondamentale, utile proprio perché esaustivo, chiaro, per nulla prolisso. Alla qualità dei contenuti, fortunatamente, risponde l'ottimo formato in cui è proposto il libro. Al di là della copertina rigida, le pagine sono piuttosto spesse, ben stampate, gradevoli al tatto.

L'Enciclopedia di Hyrule, insomma, è un prodotto altamente consigliato ai fan di The Legend of Zelda. Non solo vi aiuterà ad orientarvi tra i tanti capitoli della saga, ma vi farà scovare, scoprire, considerare tanti dettagli che altrimenti non avreste mai notato.

Vai ai commenti (2)

Riguardo l'autore

Lorenzo Fazio

Lorenzo Fazio

Redattore

Lorenzo Fazio non ha mai smesso di giocare sin dai tempi del Master System. Ha così cercato di unire l’utile al dilettevole, inventandosi giornalista videoludico. Qualcuno ci è cascato: scrive per importanti testate del settore da quasi una decina di anni.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

IIDEA annuncia l'arrivo di due nuove storie su Game to Human, 'Art Revolution' e ' The Uncensored Library'

Due nuovi tasselli del progetto lanciato a febbraio per promuovere una maggiore conoscenza dei videogiochi e del loro impatto positivo sulla vita dei giocatori.

ArticoloResident Evil: Resistance - articolo

Quattro Sopravvissuti, una sola via d'uscita.

Commenti (2)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza