Reggie Fils-Aime: Nintendo non è in competizione diretta con Sony e Microsoft

Le parole del presidente di Nintendo of America.

Nintendo occupa un posto molto particolare nell'industria. La compagnia è esclusa dalla "corsa agli armamenti" di fascia alta per quanto riguarda la grafica e la potenza, offrendo, invece, una tecnologia più economica. Il lato software, come ormai saprete, è molto forte e le persone sono disposte ad acquistare Switch solo per giocare ai titoli Nintendo.

Tutto questo per dire che Switch non è in competizione diretta con PS4 e Xbox One, come conferma Reggie Fils-Aime. Come riporta Gamingbolt, parlando con Ars Technica, Fils-Aime ha detto che è in competizione per il tempo che le persone dedicano all'intrattenimento, in particolare perché Nintendo si rivolge a un gruppo più ampio di clienti per cominciare.

"Tutto il resto del tempo [di un cliente] è il tempo di intrattenimento", ha detto. "Quel tempo che passi a navigare sul Web, a guardare un film, a guardare una trasmissione televisiva: è tutto il tempo di intrattenimento per cui ci battiamo. Il mio set competitivo è molto più grande dei miei diretti concorrenti in Sony e Microsoft".

ps4_xbox_switch

È ormai chiaro che Nintendo non vuole più sfidare Microsoft e Sony in una corsa agli armamenti senza fine ed è più che felice di aver lasciato a loro quella battaglia. Allo stesso tempo, la grande N ora sta inseguendo un pubblico molto più ampio con Switch e il suo parco titoli.

Che ne pensate?

Vai ai commenti (3)

Riguardo l'autore

Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Redattore

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Contenuti correlati o recenti

ArticoloGamescom 2019: Project x Cloud - prova

Abbiamo testato il servizio di cloud gaming di Microsoft!

ArticoloGamescom 2019: Marvel's Avengers - prova

In occasione della Gamescom abbiamo potuto provare il titolo per la prima volta.

ArticoloGamescom 2019: Shenmue III - prova

Quando la nostalgia vince su tutto.

ArticoloDeath Stranding: il tempo per “spiegarlo” sta finendo - editoriale

Kojima sembra perdere tempo aspettando l'inevitabile: “scoprire” che Death Stranding è soltanto un videogioco.

Articoli correlati...

Commenti (3)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza