In occasione di un'intervista concessa a GamesTM, Mikael Kasurinen, di Remedy ha voluto sottolineare come Control riuscirà a offrirci il "potere fantasy dell'essere un maestro della telecinesi", qualcosa che a suo avviso non è mai accaduto prima, riporta WCCTfech.

"Questo si tratta di un gioco sul controllo, riguarda il controllo degli elementi, questo è un fattore fondamentale nel gioco. La telecinesi è un pilastro chiave del gameplay, ed un passo verso questo controllo. Jesse è un maestro telecinetico in grado di utilizzarla per controllare l'ambiente, per difendersi dai nemici e contrattaccare, ma anche per riuscire a volare. Questo ha aperto una serie di possibilità, e ha portato a riflette attentamente su come costruire gli ambienti. abbiamo una struttura più modulare del mondo, questo ci permette di aggiungerete quel livello di complessità e dettaglio per la distruzione di ogni singolo pezzo dell'ambiente. Tutte le sedie, tavolo, ogni cosa può essere utilizzata come un'arma. Prendi un estintore, se lo rompi e lo getti questo volerà via. Stiamo andando il più lontano possibile con questo tipo di potere fantasy. Gli ambienti sono una parte enorme di tutto questo".

Riguardo le missioni secondarie:

"Volevamo che ognuno si sentisse rilevante o almeno fossero cose interessanti da fare. Vogliamo evitare le missioni di ricerca e raccolta senza senso in Control, cosa che le quest secondarie possono facilmente diventare".

Non sappiamo ancora quando Control uscirà, per lo meno nulla di diverso da un generico 2019. Cosa ne pensate delle parole dello sviluppatore?

Giochi trattati in questo articolo

Riguardo l'autore

Stefan Tiron

Stefan Tiron

Redattore

Studente universitario a tempo pieno, scrittore a tempo vuoto. Svezzato a PS1 e Final Fantasy, adora il genere degli RPG e di riflesso il fantasy in ogni sua forma e dimensione.

Altri articoli da Stefan Tiron