Paul Allen, co-fondatore di Microsoft, è scomparso all'età di 65 anni

Il noto uomo d'affari è morto in seguito al complicazioni legate al linfoma non Hodgkin.

Paul Allen, co-fondatore di Microsoft e noto uomo d'affari, è morto all'età di 65 anni, secondo una dichiarazione rilasciata dalla società di investimento di Allen, Vulcan Inc., a nome della sua famiglia.

Come riporta Games Industry, Allen è morto in seguito alle complicazioni legate al linfoma non Hodgkin, che ha fatto ritorno all'inizio di quest'anno dopo una diagnosi iniziale e un trattamento nel 2009.

Nel settore dei videogiochi, Allen era noto per aver creato Microsoft insieme a Bill Gates nel 1975 e Allen stesso aveva inventato "Microsoft" come "il nome assolutamente ovvio" per l'azienda. I suoi sforzi hanno contribuito a portare il contratto iniziale della Microsoft con IBM, dando il via al successo dell'azienda. Allen lasciò Microsoft nel 1982, ma rimase coinvolto in ruoli di consiglio e di consulenza per anni.

1280x960_81015B00_UKLYH

Gli investimenti e gli interessi caritatevoli di Allen comprendevano una serie di attività legate allo sport, al cinema e alla ricerca sanitaria.

"I contributi di Paul Allen alla nostra azienda, al nostro settore e alla nostra comunità sono stati indispensabili", ha dichiarato il CEO di Microsoft, Satya Nadella. "Come co-fondatore di Microsoft ha creato prodotti ed esperienza magiche e così facendo, ha cambiato il mondo".

"Ho imparato tanto da lui - la sua curiosità e spinta verso standard elevati è qualcosa che continuerà a ispirare me e tutti noi di Microsoft, i nostri cuori sono con la famiglia di Paul e i suoi cari".

Vai ai commenti (1)

Riguardo l'autore

Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Redattore

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Contenuti correlati o recenti

Gears 5: Operazione 2 - recensione

Che il massacro continui.

Bad Boys for Life - recensione

A Miami si sgomma ancora.

Zombie Army 4: Dead War - recensione

Nazi-zombie... io la odio questa gente!

Kunai - recensione

Il tablet ninja più forte che mai prende vita in questo futuristico metroidvania.

Articoli correlati...

Codemasters alla ricerca di nuovo personale per un'IP non ancora annunciata

Lo studio prenderà una "nuova ed entusiasmante direzione".

Kunai - recensione

Il tablet ninja più forte che mai prende vita in questo futuristico metroidvania.

Splinter Cell tornerà in un gioco per VR?

Ubisoft sta lavorando a un titolo per la realtà virtuale che si baserà su una delle sue "più grandi IP".

Commenti (1)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza