Red Dead Redemption 2: gli sviluppatori parlano dell'incredibile vivacità del mondo di gioco

"Il mondo offrirà sempre qualcosa, in modo sottile".

Con l'avvicinarsi della data d'uscita di Red Dead Redemption 2, fissata per il 26 ottobre 2018, gli sviluppatori ormai popolano in pianta stabile le prime pagine delle testate specializzate con le loro interviste, fondamentali per carpire qualche dettaglio su questo attesissimo seguito.

Aaron Garbut, art director tra le fila di Rockstar North, ha recentemente concesso un'intervista al magazine EDGE, riportata da Gaming Bolt, nella quale ha potuto parlare della vivacità del mondo di gioco, che sarà ricco di cose da fare che verranno però offerte spontaneamente al giocatore, in modo sottile.

"Una grande differenza di questo gioco è rappresentata dal fare sì che il giocatore non sia semplicemente impegnato a scoprire nuove cose divertenti da fare", spiega Garbut. "Un serpente a sonagli che innervosisce il vostro cavallo, gli animali che si aggirano per le foreste, l'accampamento di una gang rivale in lontananza, le luci distanti della città più vicina. C'è sempre qualcosa che sta succedendo. Le cose che succedono nel mondo ti trascinano, creando esperienze gratificanti. Questo dà la sensazione di essere vero, di essere nuovo".

red_dead_redemption_2

Sempre da EDGE, scopriamo qualche dettaglio interessante sulla mappa del gioco. Avendola aperta hanno ridotto lo zoom il più possibile, scorrendo lo schermo fino alla parte sinistra della mappa, il team di EDGE ha poi navigato fino al confine destro di esso scoprendo di dover scorrere per due intere schermate prima di raggiungerne la fine. La mappa sembra, di conseguenza, davvero molto grande.

Che ne pensate delle parole di Aaron Garbut e delle dimensioni della mappa? State attendendo di poter mettere le mani su Red Dead Redemption 2?

Leggete Red Dead Redemption 2 - tutto quello che sappiamo per scoprire ogni dettaglio del gioco.

Vai ai commenti (2)

Riguardo l'autore

Gianluca Musso

Gianluca Musso

Redattore

Si è appassionato ai videogiochi grazie al capolavoro Monkey Island, oggi massacra NPC nei GDR Bethesda. Qualcosa dev'essere andato storto!

Contenuti correlati o recenti

L'uscita di GTA 6? Secondo un analista è ancora molto lontana

Non dobbiamo aspettarci a breve un nuovo capitolo dell'amata serie di Rockstar.

Rod Fergusson: "se fossi rimasto con Epic avrei cancellato Fortnite"

Il boss di The Coalition svela un'interessante retroscena.

Death Stranding non sarà un gioco stealth, spiega Hideo Kojima

Scopriamo di più sull'attesa esclusiva PS4.

Articoli correlati...

La Juventus in FIFA 20 si chiamerà Piemonte Calcio

Ecco il nome del club bianconero nel gioco di EA.

Il producer di Dark Souls vorrebbe collaborare con Guillermo Del Toro

Il desiderio di Masanori Takeuchi, produttore di alcuni titoli targati FromSoftware.

Commenti (2)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza