Dopo il lungo e travagliato processo di sviluppo che ha caratterizzato Crackdown 3, sembra finalmente che il gioco versi in buone acque a pochi mesi dalla sua uscita, almeno stando alle parole dell'insider Klobrille che su Twitter ha parlato di alcuni dettagli della produzione.

Nelle parole dell'insider, riportate da Gamepur, Crackdown 3 sarà semplicemente gigantesco, grande il doppio del primo Crackdown. La città sarà estremamente vasta da un punto di vista orizzontale, ma anche da quello verticale considerando la quantità di grattacieli, con il più alto di essi che sfiorerà gli 1,2 chilometri d'altezza.

Tra gli altri dettagli diffusi da Klobrille, apprendiamo che l'armatura del protagonista all'inizio sarà molto basica, ma si evolverà nel tempo man mano che il personaggio diventerà più forte. L'insider parla poi della sinergia tra Sumo Digital, che si è occupato della campagna, e Ruffian Games che ha realizzato un comparto multigiocatore nel quale l'ambiente sarà distruttibile al 100%. Non è chiaro al momento se la distruttibilità si estenderà anche alla campagna di Crackdown 3.

Insomma, Klobrille dipinge una situazione del gioco tutto sommato buona, per un titolo che ha vissuto uno sviluppo davvero troppo travagliato. C'è ancora spazio per l'ottimismo? Credete che Crackdown 3 riuscirà a farcela?

Riguardo l'autore

Gianluca Musso

Gianluca Musso

Redattore

Si è appassionato ai videogiochi grazie al capolavoro Monkey Island, oggi massacra NPC nei GDR Bethesda. Qualcosa dev'essere andato storto!