I prezzi delle case nel mondo reale sono così alti che possederne una è un miraggio per molti.

Ma quanto costerebbe acquistare una casa di Skyrim, ad esempio, nel mondo reale? Ecco che, improvvisamente, i prezzi diventano decisamente più accessibili.

L'agenzia immobiliare L&C ha dedicato del tempo a calcolare il costo reale delle proprietà in una serie di videogiochi, tra cui Skyrim, Fallout, Zelda e The Witcher 3.

Utilizzando una conversione dalla valuta virtuale a quella del mondo reale, basandosi su una conoscenza sorprendentemente profonda dei titoli in questione, L&C ha stimato che il costo reale di una casa in Skyrim sarebbe di appena £9242 (10.365 euro).

Questo sarebbe il prezzo per una normale abitazione come Breezhome, a Whiterun. Il più carino maniero Proudspire in Solitude potrebbe invece costarvi £46.208 (51.821 euro), il che suggerisce che potrebbe trovarsi a Barnsley, o qualcosa di simile. Non avrete di certo un maniero a Brighton per quella cifra nella realtà, poco ma sicuro. Dunque, in che modo L&C ha raggiunto queste stime? Per prima cosa è stata convertita la valuta di Skyrim (i Septim) in valute reali stabilendo una base comune tra il mondo reale e l'universo di The Elder Scrolls. Sono stati esaminati i cibi presenti in entrambe le realtà, quali carote, vino speziato e formaggio di capra, ed è stato preso in considerazione il costo di produzione di questi nell'universo di riferimento. "In questo deserto del Nord nulla viene prodotto in serie, perciò abbiamo ipotizzato che il valore di questo cibo coltivato biologicamente e d'allevamento sarebbe più simile a quello dei cibi biologici venduti nei supermercati del Regno Unito", ha spiegato L&C.

Apprezzo molto questa metodologia di confronto! Certo, non è propriamente scientifica, ma si sa come si dice: il prezzo di ogni cosa si basa sul prezzo di una pagnotta. O me lo sono inventato?

1
Breezehome, Whiterun, immagine di Wikia.com.

Passando altrove, il costo nel mondo reale di Home Plate, la dimora del nostro alter-ego in Fallout 4, ammonterebbe ad appena £652 (il costo nel gioco è di 2000 tappi di bottiglia). In questo caso, L&C ha tenuto conto dell'esiguità di cibo nel Commonwealth, la quale genererebbe un valore piuttosto basso di qualsiasi altro oggetto. Ecco che prodotti alquanto rari quale, ad esempio, il melone fresco, hanno ottenuto un "punteggio" maggiore rispetto ai più popolari cibi in scatola.

In virtù di ciò, le proprietà nel Commonwealth di Fallout sono estremamente economiche (non è mia intenzione paragonare troppo direttamente un fittizio universo post-apocalittico a Barnsley, ma se calza particolarmente...). L'analisi di L&C ha evidenziato, dunque, come i cittadini in Fallout si preoccupino molto più del cibo per la loro sopravvivenza, che di avere un tetto sopra la testa e qui, probabilmente, il metodo di L&C presta il fianco a qualche perplessità. Dopotutto si sta paragonando un mondo consunto, desolato, fittizio e di stampo post-apocalittico con una realtà ben lontana da tali condizioni. Per il momento, quantomeno.

2
Home Plate, immagine di Wikia.com.

Mi ha colpito anche il costo nel mondo reale di una proprietà a Hyrule. Il titolo preso in esame è The Legend of Zelda: Breath of the Wild. L'abitazione di Link, con lo sconto di Bolson, verrebbe a costare solamente £3098 (3.474 euro) (DEVE ESSERE A BARN-no, non lo farò di nuovo). Stando al prezzo originale, e completamente arredata, arriverebbe a £53,082 (59.530 euro)

Esattamente come per gli altri titoli, è stata operata una conversione delle rupie (la moneta nell'universo di Hyrule) con la sterlina inglese, basata sul raffronto tra i costi degli oggetti nel gioco e degli stessi nel Regno Unito. Una bistecca di filetto in The Legend of Zelda: Breath of the Wild costa 15 rupie, mentre nel Regno Unito costa £1.275 (€1.430).

3
La casa di Link in Breath of the Wild, immagine di Gamepedia.com.

Sono stati, inoltre, analizzati titoli come Grand Theft Auto 5 (la valuta di gioco è già in dollari, per cui in questo caso non è necessario operare alcuna conversione) e The Witcher 3. Il costo reale di un immobile - un vigneto - in Toussaint è di £979.661.

Come sottolineato da L&C, Toussaint è basata sulla Francia Medievale. Il costo medio di un vigneto per ettaro in Francia ammonta a 136.400 euro. Ora, se consideriamo che un vigneto di medie dimensioni è di circa 8 ettari in suddetta regione, e se assumiamo che Corvo Bianco sia un vigneto di medie dimensioni, ecco che il suo valore nella realtà ammonterebbe precisamente a 1.091.200 euro. Semplice.

4
Corvo Bianco,The Witcher 3, immagine di Wikia.com.

L'eccezione è rappresentata dall'MMO Final Fantasy 14. Le proprietà virtuali dell'universo fantasy di riferimento, infatti, arriverebbero a costare decine di milioni di sterline nel mondo attuale, ciò a causa dell'elevata domanda. L&C spiega che essendoci solamente quattro distretti residenziali, i lotti sono estremamente limitati. L&C spiega: "Gli acquirenti sarebbero alla costante ricerca di abitazioni disponibili, le quali si libererebbero soltanto a seconda della volontà di vendere del proprietario."

Final Fantasy 14, dunque, potrebbe essere accostato alla Londra attuale.

In definitiva, cosa ci ha lasciato questo curioso esperimento? Di certo, abbiamo appreso che gli universi fittizi dei videogiochi (ad eccezione di quello di Final Fantasy 14) sono luoghi ideali dove acquistare la prima casa. Ecco la soluzione alla nostra crisi abitativa: andiamo tutti a vivere in Skyrim.

Riguardo l'autore

Wesley Yin-Poole

Wesley Yin-Poole

Deputy Editor

Wesley is Eurogamer's deputy editor. He likes news, interviews, and more news. He also likes Street Fighter more than anyone can get him to shut up about it.