Questi ultimi anni sono stati una sorta di rinascita per gli RPG vecchia scuola come Pillars of Eternity, Divinity e Wasteland 2, parliamo di titoli caratterizzati da un forte impianto narrativo, con valanghe di testo da leggere e combattimenti (quasi sempre a turni) che devono essere affrontati con serietà ed intelligenza, insomma non un genere per tutti. Per questo (pur avendo la loro fetta di mercato) molte volte si rivelano un flop dal punto di vista commerciale.

Come purtroppo possiamo apprendere da un post su Twitter di Dylan Holmes (che ha partecipato al lancio del gioco di ruolo) lo stesso destino sembra sia toccato a Pillars of Eternity 2. Holmes ha infatti affermato che in base ai primi risultati la situazione non è per nulla incoraggiante e di come le copie vendute siano solo 110.000.

Inoltre Chris Avellone ha partecipato alla discussione, mettendo in luce una situazione economica non troppo rosea per Obsidian, forse questo potrebbe far diventare realtà i recenti rumor legati alla presunta acquisizione di Obsidian da parte di Microsoft? Avellone ha poi lodato il team di sviluppo, diversamente da quello manageriale.

Pillars of Eternity 2 è disponibile su PC, Xbox One, PS4 e Nintendo Switch.

Cosa ne pensate? Siete fan degli RPG vecchia scuola?

Commenti (0)

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza

Contenuti correlati o recenti