EA: il valore delle azioni è sceso del 44% negli ultimi 6 mesi a causa di Battlefield V e Star Wars Battlefront 2

Ripercussioni sul valore delle azioni della compagnia.

A quanto pare, stando alla segnalazione di Segmentnext, la tiepida accoglienza riservata a Battlefield V e la famosa polemica sulle loot box di Star Wars Battlefront 2 hanno avuto pesanti ripercussioni sulle finanze di EA.

Apprendiamo, infatti, che il valore delle azioni di Electronic Arts è sceso del 44% negli ultimi 6 mesi e che, al 3 dicembre 2018, le azioni EA hanno chiuso a 84 dollari sul mercato azionario.

electronic_arts_notizia

La causa di tutto questo, sarebbe da attribuire a Battlefield V e Star Wars Battlefront 2. Lo sparatutto, uscito il 20 novembre, non è stato accolto calorosamente dal pubblico e nemmeno dalla critica, che lo ha reso il gioco Battlefield con i voti più bassi da Hardline. Inoltre, confrontandolo con il suo diretto avversario, Black Ops 4, il titolo ha piazzato meno della metà delle copie fisiche.

Per quanto riguarda Battlefront 2, la storia è ormai nota: la questione delle loot box e la conseguente polemica che si è scatenata ha pesantemente penalizzato il gioco.

Che ne pensate?

Vai ai commenti (18)

Riguardo l'autore

Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Redattore

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (18)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza