Ore di tensione in una scuola statunitense, quando uno studente molto appassionato di Super Smash Bros. Ultimate ha disegnato sulla lavagna della sua classe un messaggio che è stato interpretato come l'evidente minaccia di una sparatoria scolastica imminente.

Il giovane si era limitato a scrivere sulla lavagna "7 dicembre, è tempo di Super Smash Bros. Ultimate", sostituendo però il nome del gioco con il suo logo. Come riferisce Resetera Alcuni studenti hanno però scambiato quel simbolo per quello di un mirino, correndo a riferire l'accaduto ai vertici scolastici che hanno immediatamente condotto un'investigazione mentre le voci di una sparatoria si rincorrevano tra le aule dell'istituto.

Le segnalazioni sono giunte anche alla polizia e c'è stato più di qualche attimo di panico, prima di scoprire che la presunta minaccia altri non era che il frutto dell'hype di un ignaro studente per il nuovo titolo di Nintendo.

Che ne pensate dell'accaduto? Riuscite a pensare a qualcuno che scambierebbe il simbolo di Super Smash Bros. Ultimate per quello di un mirino?

Riguardo l'autore

Gianluca Musso

Gianluca Musso

Redattore

Si è appassionato ai videogiochi grazie al capolavoro Monkey Island, oggi massacra NPC nei GDR Bethesda. Qualcosa dev'essere andato storto!

Altri articoli da Gianluca Musso

Commenti (4)

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza

Contenuti correlati o recenti

le ultime

Fortnite: le Sfide della Settimana 2 - Stagione 7 e come superarle

Superate con noi le Sfide di questa nuova settimana del famoso Battle Royale di Epic.

DiRT Rally 2.0: il nuovo video diario di sviluppo parla dei miglioramenti apportati al gioco

I miglioramenti riguardano le auto, le location e il realismo degli pneumatici.

Metro Exodus è già entrato in fase gold: uscirà con una settimana d'anticipo

Ecco il trailer con la sequenza d'apertura del gioco.

Spawn potrebbe far parte del roster di Mortal Kombat 11

Almeno così sembra, stando al creatore del personaggio Todd McFarlane.

Gamerome: ecco le date della prossima edizione

L'evento internazionale per gli sviluppatori organizzato da Fondazione VIGAMUS torna anche nel 2019.

Pubblicità