Resident Evil 2: le microtransazioni non saranno necessariamente presenti nonostante la classificazione ESRB

Per il momento non ci sono conferme ufficiali da parte di Capcom. 

Le microtransazioni non saranno necessariamente presenti nel remake di Resident Evil 2, nonostante la recente classificazione ESRB.

Come riporta Wccftech, in seguito alla valutazione del gioco da parte della Entertainment Software Rating Board (ESRB), vari report hanno affermato che il remake di Capcom conterrà sicuramente microtransazioni.

Certo, la valutazione ESRB menziona "acquisti in-game" sia su PlayStation 4 sia su Xbox One, ma questa non è una conferma ufficiale che il remake includerà le famose microtransazioni.

Diverse altre classificazioni ESRB per titoli lanciati di recente contengono la stessa descrizione ma, come riportato da Gamerevolution, ciò non significa che il contenuto a pagamento o la valuta premium facciano parte del gioco.

Naturalmente, c'è ancora la possibilità che Capcom includa microtransazioni, ma questo non è stato ancora confermato. "Acquisti in-game" potrebbe anche fare riferimento a costumi acquistabili dall'edizione deluxe del gioco per la versione standard o potrebbe riferirsi all'acquisto di pistole Deluxe Edition sempre per la versione standard.

resident_evil_2_remake_microtransactions

Recentemente, abbiamo ammirato Resident Evil 2 in un video gameplay che mostrava in azione Ada Wong, Leon e Claire.

Resident Evil 2 è in arrivo su PS4, Xbox One e PC il 25 gennaio.

Vai ai commenti (3)

Riguardo l'autore

Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Redattore

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (3)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza