La scorsa settimana il Comitato Olimpico Internazionale (CIO) si è riunito per decidere se includere gli eSport all'interno delle Olimpiadi. Dopo la riunione il comitato ha affermato che al momento sarebbe una scelta prematura.

Come riporta THE ESPORT OBSERVER, dal rapporto presentato dal CIO emerge che non è ancora possibile inserire gli eSport nelle Olimpiadi a causa dell'eccessiva frammentazione dell'industria videoludica, alla concorrenza troppo marcata tra i vari colossi del settore ed il rapido avanzamento tecnologico. Inoltre alcuni giochi non sono compatibili con i valori della competizione, primi su tutti quelli che presentano violenza.

eSport_ESL_1

Il comunicato però spezza una lancia in favore di quei giochi come FIFA che simulano sport già esistenti, incoraggiando la federazione a collaborare con questi titoli. Hanno partecipato al meeting importanti esponenti dell'organizzazione come Anita DeFrantz e Larry Probst (ex CEO di EA). Sembra dunque che bisognerà attendere per vedere i videogiochi alle Olimpiadi.

Cosa ne pensate? Siete d'accordo con la decisione presa da CIO?

Giochi trattati in questo articolo

Riguardo l'autore

Andrea Di Carlo

Andrea Di Carlo

Redattore