Death Stranding: le prime impressioni dei doppiatori giapponesi sono entusiaste

Una serie di tweet del cast coinvolto conferma l'hype generale per l'opera di Kojima.

Come riportato da Dualshockers, Hideo Kojima ha pubblicato su Twitter alcune foto che lo ritraggono in compagnia di parte del cast giapponese che doppierà i personaggi di Death Stranding, l'attesissimo titolo in sviluppo presso la neonata Kojima Productions su cui l'alone di mistero generale, relativamente a trama e gameplay, è ancora ben lontano dall'essere dipanato.

Una delle foto allegata al tweet di Kojima, in cui ha rivelato di avere la pelle d'oca mentre è al lavoro con un cast di così alto livello, lo immortala insieme a Mizuki Nana (doppiatrice che interpreterà il personaggio di Léa Seydoux) e Kenjiro Tsuda, che presterà la propria voce a Sam Bridges, il personaggio interpretato dall'attore Norman Reedus.

1

Tsuda ha espresso il suo parere personale su Death Stranding, affidandosi anch'egli a Twitter: accanto a una foto in cui mette bene in evidenza la sua felpa con una stampa del gioco, ha manifestato il suo più totale apprezzamento aggiungendo che Kojima ha mostrato al cast alcuni filmati del gioco che, nonostante sia ben lontano dall'essere completo, sembra già molto promettente. L'assistente personale di Kojima, Ayako, ha twittato invece il suo entusiasmo per le performance di Mizuki Nana e di Tsuda, aggiungendo come quest'ultimo, grazie alla qualità del doppiaggio, ha quasi trasformato Norman Reedus in un uomo giapponese.

Le prime impressioni del cast coinvolto in Death Stranding sembrano più che positive, quindi. E voi? Che livello ha raggiunto il vostro hype (o la vostra mancanza di hype)?

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Assassin's Creed Valhalla avrà un sistema di progressione diverso per evitare il grinding selvaggio

Il creative director, Ashraf Ismail, promette una piccola rivoluzione.

The Last of Us: Parte II risplende nel fantastico approfondimento e video gameplay targato State of Play

Tra stealth, azione brutale e sopravvivenza. Un assaggio di un possibile capolavoro.

Ghost of Tsushima si ispira al primo splendido Red Dead Redemption

Sucker Punch ammette di aver preso spunto anche da Zelda: Breath of The Wild.

Commenti (15)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza