Marvel's Spider-Man di Insomniac Games è uno dei migliori giochi usciti quest'anno, sia per l'accoglienza che ha ricevuto dalla critica che dal punto di vista delle vendite (è stato confermato questa settimana come il gioco di supereroi venduto più velocemente negli Stati Uniti, battendo anche gli acclamati Batman Arkham di Rocksteady).

È, quindi, un po' sorprendente sentire che Insomniac e il suo Community Manager (James Stevenson) in particolare abbiano ricevuto insulti sui social media da una minoranza dei fan. Nello specifico, hanno ricevuto continue richieste di aggiungere al gioco il cosiddetto "costume di Raimi", quello indossato da Tobey Maguire nel film del 2002. Come segnala Wccftech, poco prima dell'uscita dell'ultimo DLC, Silver Lining, Stevenson ha condiviso il suo dispiacere per gli insulti su Twitter.

spider_man_raimi_suit_740x416

"Abbiamo ascoltato tutto durante lo sviluppo e fatto molte cose che i fan hanno chiesto. Non siamo tenuti a fare tutto. Né dovremmo essere insultati".

"Considerarsi un appassionato non è una scusa per insultare. Avere pagato per un pezzo di software o un servizio non dà il diritto a comportarsi in questa maniera. Non avete sempre ragione".

"E ancora, non abbiamo nient'altro che possiamo dire su questo. La nostra posizione è sempre stata quella di non commentare i futuri possibili costumi. Sappiamo che ci sono molti desideri e li abbiamo ascoltati".

Tuttavia, come si è scoperto, il DLC è arrivato con la "tuta di Raimi", solo che al team di Insomniac non era permesso rivelarlo in anticipo. Una volta che la notizia è diventata pubblica, Stevenson ha twittato:

"Sappiate solo che le cose richiedono molto tempo a volte (mesi e mesi!)"

"Ovviamente non abbiamo mai smesso di ascoltare".

Comunque, non si trattava solo del costume ispirato al film di Raimi. Molti giocatori si sono anche lamentati del fatto che Insomniac non avesse fornito un'esperienza completa con il gioco principale e che i DLC avrebbero dovuto far parte del titolo da subito. In merito a questo il community manager ha replicato affermando che lo sviluppo di The City That Never Sleeps è avvenuto quasi interamente dopo che Marvel's Spider-Man è entrato in fase gold.

Che ne pensate di questa vicenda?

Vi ricordiamo che Spider-Man è disponibile in esclusiva per PS4.

Riguardo l'autore

Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Redattore

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Altri articoli da Matteo Zibbo

Commenti (4)

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza

Contenuti correlati o recenti

Marvel's Spider-Man: Silver Lining - recensione

Il capitolo conclusivo del ciclo “La Città che non dorme mai”.

Marvel's Spider-Man - La Guida ai Trofei e all'ambito Platino

Il trofeo di platino a portata di ragnatela.