Nei videogiochi, non si hanno mai troppe armi. Probabilmente sarete d'accordo con questa affermazione e, a quanto pare, è d'accordo anche CD Projekt Red che ha confermato di offrire ai giocatori di Cyberpunk 2077 una grande varietà di armi.

Discutendo con Jeuxactu, il lead cinematic animator, Maciej Pietras, ha iniziato a parlare delle armi del gioco e come la loro varietà consentirà, allo stesso tempo, una diversità di stili di gioco e soluzioni. Ci saranno katane, pistole con proiettili che rimbalzano sulle pareti e molto altro. Ognuna di queste armi offrirà un livello di espressione personale e profondità tattica al gioco.

"Nella demo, puoi vedere diversi tipi di armi e diversi sistemi di combattimento", ha detto Pietras. "Tutto questo è legato alla classe del personaggio che creerai, in base alle abilità che migliorerai. Avrai la possibilità di scegliere tra armi tecnologiche, armi potenti e armi intelligenti, e ognuna di esse ti permetterà di avvicinarti al gioco in molti modi diversi."

screen_Cyberpunk2077_Outnumbered_But_Not_Outgunned_RGB_en

Continua:

"Ad esempio, armi potenti hanno una spinta che consente di raggiungere i nemici nascosti dietro le mura. Le armi intelligenti sfruttano un autolock che può bersagliare un nemico. Per quanto riguarda le armi da mischia, puoi vedere le Mantis Blades nella demo. Queste sono armi incredibili, che sono attaccate al corpo del personaggio e permettono di arrampicarsi sui muri, ma anche di uccidere i nemici in corpo a corpo. C'è anche un'altra arma, la katana, che non abbiamo mostrato nella demo ma è molto interessante."

Che ne dite?

In altre notizie correlate, abbiamo appreso che lo sviluppo dell'ambizioso titolo sarebbe iniziato realmente solo alla metà del 2016.

Cyberpunk 2077 è in sviluppo per PS4, Xbox One, PC e forse anche per sistemi next-gen. Al momento non abbiamo ancora notizie su una data di lancio.

Riguardo l'autore

Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Redattore

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Altri articoli da Matteo Zibbo