Apex Legends di Respawn Entertainment è stato annunciato e lanciato di recente, fornendo ai fan di Titanfall una versione battle royale del gioco. Tuttavia, Respawn è di proprietà di Electronic Arts, che ha acquisito lo sviluppatore nel mese di novembre 2017. Con il genere ancora popolare e il game-as-service che si sta dimostrando redditizio, quanto influenza di EA c'è all'interno dello sviluppo di Apex Legends?

A quanto pare, EA non ha influito nello sviluppo. Game Informer ha parlato con il produttore esecutivo Drew McCoy nell'evento reveal per il titolo. Quando è stato chiesto se l'acquisizione dello studio da parte di EA ha influenzato lo sviluppo, McCoy ha dichiarato: "questo non era il gioco che si aspettavano. Dovevo andare dai dirigenti, mostrarlo, spiegarlo e ... non convincere ma di piu 'Ehi, fidatevi di noi! Questa è la cosa che volete da noi."

"Come società, possono solo quantificare in base a dati passati e non hanno mai fatto nulla di simile prima. C'è un enorme punto interrogativo sulle proiezioni per le entrate di questo gioco. Questo è quello che vogliamo fare. Aiutateci ad arrivare all'obiettivo. Non hanno avuto alcuna influenza nello sviluppo di questo gioco."

ADDF5D30_48D7_4E0B_8403_9FBA924FFF48

In termini di risposta, Apex Legends ha fatto abbastanza bene su Twitch. È stato il gioco più visto con un picco di 495.000 spettatori. Sebbene questo non determini il rendimento del gioco, Respawn ha promesso un lungo supporto. Apex Legends avrà contenuti stagionali, ogni stagione della durata di tre mesi con un Battle Pass di accompagnamento. Il primo Battle Pass arriva a marzo e avrà 100 ricompense da sbloccare (anche se ci saranno oggetti gratuiti da ottenere).

Apex Legends è attualmente disponibile per Xbox One, PS4 e PC.

Riguardo l'autore

Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Redattore

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.