Iniziamo, quindi, la nostra serie di test delle performance per la RTX 2060 che include le nostre analisi di engine vecchi e nuovi. Il sistema utilizzato per il test è composto da un Core i7 8700K con frequenza di 4.7GHz su tutti i core, in accoppiata con due banchi da 8GB di memoria DDR4 a 3400MHz offerti da GSkill. Tutti i titoli sono stati lanciati da un SSD. Per assicurarci che l'esigente 8700K non si surriscaldasse, abbiamo utilizzato un dissipatore a liquido all-in-one Corsair H110i che ha svolto egregiamente il suo lavoro.

Prima di cominciare, una breve descrizione del nostro sistema di benchmarking. Gli utenti mobile visualizzeranno delle tabelle più semplici che mostrano la media del frame-rate e i punteggi (definiti arrotondando i frame-time peggiori, facendo la media e convertendo in frame-rate per comodità). Gli utenti desktop, invece, avranno accesso al nostro sistema di benchmarking deluxe in cui ogni frame catturato sarà dotato di telemetria in real-time che potrete sempre consultare in tempo reale, anche quando guarderete i video embeddati. Scegliete la scheda che vi interessa, passate dall'una all'altra durante la riproduzione del video. Passate il mouse sulle tabelle per avere un confronto diretto di ciascuna scheda e cliccate sui grafici per passare dai numeri di frame-rate ai differenziali in percentuale, forse più utili.

Si tratta di un sistema progettato per darvi tutti i dati che cercate oppure una versione più leggera per una lettura più rapida.

Assassin's Creed Odyssey

Iniziamo con Assassin's Creed Odyssey, l'ultima incarnazione della serie, un mostro in termini di performance. Prima di tutto, nonostante la presenza di un i7 8700K a 4.7GHz all-core turbo, abbiamo raggiunto i limiti della CPU anche 1080p. Secondariamente, il gioco si rivela una sfida complessa per l'hardware Vega, specialmente a risoluzioni più basse (probabilmente a causa dei driver DX11 di AMD). I risultati registrati con la RTX 2060 sono affascinanti. Siamo agli stessi livelli di una GTX 1070Ti alla risoluzione 1080p ma la scheda eguaglia anche GTX 1080 a 1440p. In 4K, invece, ritorna allo stesso livello della 1070Ti.

AC Odyssey: Ultra High, TAA

  • Vega 56
  • Vega 64
  • GTX 1070
  • GTX 1070 Ti
  • GTX 1080
  • GTX 1080 Ti
  • RTX 2060
  • RTX 2070
  • RTX 2080
  • Vega 56
  • Vega 64
  • GTX 1070
  • GTX 1070 Ti
  • GTX 1080
  • GTX 1080 Ti
  • RTX 2060
  • RTX 2070
  • RTX 2080
  • Vega 56
  • Vega 64
  • GTX 1070
  • GTX 1070 Ti
  • GTX 1080
  • GTX 1080 Ti
  • RTX 2060
  • RTX 2070
  • RTX 2080

Assassin's Creed Unity

Adoriamo questo gioco e la sua abitudine di stressare in modo incredibile l'hardware perciò crediamo che questo vecchio titolo rimarrà nella nostra line-up di testing delle GPU per molto tempo. Le performance, in questo gioco, sono facili da interpretare: la RTX 2060 è praticamente identica alla GTX 1070Ti e, a questo punto, abbiamo il sospetto che fosse questo il target per il nuovo prodotto della famiglia RTX. La GTX 1080, invece, è circa il 10% più veloce, con questo titolo.

Assassin's Creed Unity: Ultra High, FXAA

  • Vega 56
  • Vega 64
  • GTX 1070
  • GTX 1070 Ti
  • GTX 1080
  • GTX 1080 Ti
  • RTX 2060
  • RTX 2070
  • RTX 2080
  • Vega 56
  • Vega 64
  • GTX 1070
  • GTX 1070 Ti
  • GTX 1080
  • GTX 1080 Ti
  • RTX 2060
  • RTX 2070
  • RTX 2080
  • Vega 56
  • Vega 64
  • GTX 1070
  • GTX 1070 Ti
  • GTX 1080
  • GTX 1080 Ti
  • RTX 2060
  • RTX 2070
  • RTX 2080

Battlefield 1

Abbiamo eseguito nuovamente il benchmark sia per la Vega 56 che per la Vega 64, in occasione di questa recensione, in modo da registrare i nuovi dati dopo il grosso aggiornamento dei driver AMD lanciato alla fine del 2018. In sostanza, le performance non sono variate di molto. Entrambe le schede si sono rivelate lievemente deludenti ma ci sono alcuni esempi che dimostrano le effettive capacità di questa architettura. Battlefield 1 è uno di quegli esempi ma la cosa curiosa è che il gioco sembra apprezzare davvero l'architettura Turing: RTX 2060 offre performance che si pongono nel mezzo tra i due prodotti Vega. Si tratta, inoltre, di uno dei pochi titoli che superano gli standard imposti da GTX 1080.

Battlefield 1: Ultra, TAA

  • Vega 56
  • Vega 64
  • GTX 1070
  • GTX 1070 Ti
  • GTX 1080
  • GTX 1080 Ti
  • RTX 2060
  • RTX 2070
  • RTX 2080
  • Vega 56
  • Vega 64
  • GTX 1070
  • GTX 1070 Ti
  • GTX 1080
  • GTX 1080 Ti
  • RTX 2060
  • RTX 2070
  • RTX 2080
  • Vega 56
  • Vega 64
  • GTX 1070
  • GTX 1070 Ti
  • GTX 1080
  • GTX 1080 Ti
  • RTX 2060
  • RTX 2070
  • RTX 2080

Crysis 3

Origin ci informa che abbiamo giocato Crysis 3 per più di 300 ore le quali sono state quasi completamente dedicate al benchmarking. Abbiamo eseguito la sequenza 'materiale altamente esplosivo' per anni perché ha l'abitudine di mettere in difficoltà tutte le nuove architetture di GPU, che sia Vega o Turing. Questo vecchio gioco vede GTX 1080 offrire performance il 16.7% superiori rispetto a RTX 2060 e anche GTX 1070Ti risulta lievemente superiore. Tutti i benchmark che abbiamo eseguito ci danno l'impressione che Turing dia il meglio di sé con gli engine più moderni.

Crysis 3: Very High, SMAA T2X

  • Vega 56
  • Vega 64
  • GTX 1070
  • GTX 1070 Ti
  • GTX 1080
  • GTX 1080 Ti
  • RTX 2060
  • RTX 2070
  • RTX 2080
  • Vega 56
  • Vega 64
  • GTX 1070
  • GTX 1070 Ti
  • GTX 1080
  • GTX 1080 Ti
  • RTX 2060
  • RTX 2070
  • RTX 2080
  • Vega 56
  • Vega 64
  • GTX 1070
  • GTX 1070 Ti
  • GTX 1080
  • GTX 1080 Ti
  • RTX 2060
  • RTX 2070
  • RTX 2080

L'analisi della Nvidia GeForce RTX 2060

Riguardo l'autore

Richard Leadbetter

Richard Leadbetter

Technology Editor, Digital Foundry

Rich has been a games journalist since the days of 16-bit and specialises in technical analysis. He's commonly known around Eurogamer as the Blacksmith of the Future.

Altri articoli da Richard Leadbetter

Commenti (5)

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza

Contenuti correlati o recenti