La scorsa estete l'Organizzazione Mondiale della Sanità ha classificato la dipendenza dai videogiochi come una vera e propria malattia, il disturbo affligge sia bambini che adulti che spesso sono portati a vivere reclusi in casa. In Giappone questo fenomeno è molto diffuso e durante una riunione con gli azionisti, il Presidente di Nintendo Shuntaro Furukawa ha detto la sua sulla questione.

large_jpg_800x0_crop_upscale_q85

Come riporta Nintendo Enthusiast, Furukawa ha dichiarato che la dipendenza da videogiochi nasce dal giocatore stesso e non dal videogioco, quanto ai modi per arginare il problema, punta il dito al sistema di Parental Control incluso in Switch. Questo utile sistema consente ai genitori di decidere quanto tempo i propri figli possono giocare, oltre a fornire la possibilità di poter vietare totalmente l'uso di certi titoli. Naturalmente il sistema non è perfetto, ed è lo stesso Furukawa ad ammettere che in futuro potrà essere migliorato.

Cosa ne pensate? Siete d'accordo con le parole del Presidente Shuntaro Furukawa?