Come ormai è noto, ci sono stati numerosi licenziamenti da parte di Activision anche all'interno di Blizzard, famosissima casa di sviluppo che detiene franchise storici come Diablo e Warcraft. Come riportato da VentureBeat, la software house, nonostante l'indiscussa qualità dei suoi lavori, sembra essere una delle cause del calo delle vendite della compagnia.

Lo scorso anno Blizzard ha lanciato World of Warcraft: Battle for Azeroth, espansione che ha fatto crescere i ricavi dell'azienda. Tuttavia le cose sono cambiate in questo 2019, considerando la flessione di Overwatch e nessun titolo di spessore in programma. Il team purtroppo sembra vivere una vera e propria fase di stallo ma per Activision è tutto sotto controllo e arrivano le rassicurazioni ai fan.

A spiegarlo è stato il CFO di Activision Blizzard, ovvero Dennis Durkin, che ha colto l'occasione per parlare anche di nuovi investimenti utili per far risalire la china a Blizzard. L'obiettivo è quello di puntare su franchise già affermati come Overwatch, Diablo e World of Warcraft.

1

In particolare per quest'ultimo gioco citato, il team starebbe già lavorando non solo a nuove espansioni, ma anche su ulteriori giochi legati al marchio. Sembra esserci davvero tanta carne al fuoco, speriamo di avere presto ulteriori informazioni e di non rimanerne delusi.

Giochi trattati in questo articolo

Diablo

Diablo 2

Riguardo l'autore