Che sia utile, utilizzata, necessaria o meno, non possiamo negare che il cross-play sia una questione delicata per Sony, soprattutto a livello di immagine. Fare la parte della compagnia cattiva che blocca una feature è inevitabilmente difficile anche per quella compagnia che è leader del mercato.

In questo senso il dirigente dell'universo PlayStation, Shawn Layden, ha spiegato che Sony non blocca assolutamente il cross-play ma dall'altra parte della barricata ci sono alcuni sviluppatori e publisher (soprattutto di piccole e medie dimensioni) che criticano l'operato della compagnia. Alle critiche di Hi-Rez Studios si aggiungono ora quelle di Chucklefish, publisher di Stardew Valley e sviluppatori di Wargroove.

A parlare in questo caso è il CEO di Chucklefish che è intervenuto su ResetEra:

"Ciao a tutti, è il CEO di Chucklefish qui. Abbiamo appena lanciato Wargroove con il crossplay tra PC, Switch e Xbox One quindi vorrei intervenire. Abbiamo inoltrato molte richieste per il crossplay (sia attraverso il nostro account manager che direttamente con i piani alti) fino al periodo del mese di pubblicazione. Ci è stato detto in termini certi che non sarebbe accaduto. Dal nostro punto di vista possiamo letteralmente premere un pulsante e far funzionare il cross-play.

1

"Ovviamente le questioni politiche e burocratiche potrebbero essere più complicate per Sony. Volevo solo portare un po' di equilibrio sulla questione e affermare che il problema non è di certo legato a sviluppatori che non hanno contattato i propri account manager o che hanno gettato la spugna. Ci è stato detto di no".

Dove sta la verità? Le politiche di Sony stanno cambiando per quanto riguarda il cross-play? Difficile dirlo con certezza ma come affermato in precedenza, il CEO di Chucklefish sembra smontare le parole di Layden e l'apertura di Sony nei confronti di questa feature. Cosa ne pensate?

Giochi trattati in questo articolo

Riguardo l'autore

Alessandro Baravalle

Alessandro Baravalle

Redattore

Si avvicina al mondo dei videogiochi grazie ad un porcospino blu incredibilmente veloce e a un certo "Signor Bison". Crede che il Sega Saturn sia la miglior console mai creata e che un giorno il mondo gli darà ragione.

Altri articoli da Alessandro Baravalle