Ben Parry di Cloud Imperium Games ha dichiarato come il ray tracing di Nvidia sia sostanzialmente un "grande mal di testa", stando ad indicare come la tecnologia richieda molti sforzi per essere implementata all'interno dell'ambizioso Star Citizen, riporta PCgamer.

Rispondendo ad un utente sul forum ufficiale del gioco, un utente che chiedeva se la tecnologia permettesse agli sviluppatori di ottimizzare i tempi e il lavoro, Parry ha affermato: "Neanche lontanamente. E' un grande mal di testa, un grattacapo e sa la useremo ci porterà via del tempo ma potrebbe permetterci dei miglioramenti nell'aspetto e nelle prestazioni se dovessimo riuscire a implementarlo come si deve".

1

Le difficoltà maggiori risiederebbero nella scrittura del codice per la gestione del calcolo di luci e ombre anche per gli oggetti che non si trovano su schermo. In conclusione sembra dunque che per avere il ray tracing il gioco potrebbe rallentare ulteriormente nello sviluppo e considerando che Star Citizen è attualmente ancora lontano dal vedere la luce, ne varrebbe la pena?

Cosa ne pensate?

Riguardo l'autore

Stefan Tiron

Stefan Tiron

Redattore

Studente universitario a tempo pieno, scrittore a tempo vuoto. Svezzato a PS1 e Final Fantasy, adora il genere degli RPG e di riflesso il fantasy in ogni sua forma e dimensione.

Altri articoli da Stefan Tiron