Un meme, un popolo infuriato e la rimozione da Steam di un gioco di buonissima qualità: lo strano caso Devotion

Il peso di associare Winnie the Pooh al presidente cinese Xi Jinping.

Il caso Devotion di cui vi abbiamo parlato negli ultimi giorni ha preso una piega decisamente inaspettata portando addirittura alla rimozione del gioco da Steam. Ma cosa è successo esattamente?

Devotion è un titolo sviluppato dai taiwanesi di Red Candle Games, un horror in prima persona ambientato negli anni 80 che esplora il fanatismo religioso e gli eccessi a cui può arrivare la devozione più estrema. Si tratta di un gioco che dopo il debutto avvenuto il 19 febbraio stava ricevendo consensi da pubblico e critica ma che improvvisamente è stato colpito dal review bombing. Una marea di recensioni utente negative legate a un poster molto particolare che conteneva la frase "Xi Jinping Winnie the Pooh moron".

Si tratta di un riferimento a un meme che associa Winnie the Pooh al presidente cinese e che ha spinto per l'appunto gli utenti cinesi al review bombing. Gli sviluppatori hanno cercato di calmare le acque affermando che la presenza del poster sarebbe un errore e un incidente assolutamente non voluto ma poi, quasi come un fulmine a ciel sereno, è arrivata una decisione piuttosto radicale: Devotion è stato rimosso da Steam.

1
Il poster incriminato.

Ecco la dichiarazione ufficiale degli sviluppatori pubblicata su Steam:

"A causa di problemi tecnici che causano crash inaspettati e altre ragioni stiamo rimuovendo Devotion dallo store di Steam al fine di portare avanti un nuovissimo controllo qualità. Allo stesso tempo vorremmo anche sfruttare questa opportunità per calmare la pressione che è aumentata nella nostra community in seguito all'incidente a livello di materiale artistico. Il nostro team controllerà ancora una volta il materiale presente per assicurarsi che non ci siano altri elementi non voluti. Speriamo che questo possa spingere il pubblico a concentrarsi nuovamente sul gioco vero e proprio quando tornerà disponibile".

Non sappiamo quando il gioco sarà effettivamente disponibile ma non possiamo non sottolineare come lo scandalo scoppiato abbia avuto un effetto a dir poco esplosivo su una produzione che a quanto pare si era rivelata di assoluta qualità. Cosa pensate di questa vicenda?

Vai ai commenti (5)

Riguardo l'autore

Alessandro Baravalle

Alessandro Baravalle

Redattore

Si avvicina al mondo dei videogiochi grazie ad un porcospino blu incredibilmente veloce e a un certo "Signor Bison". Crede che il Sega Saturn sia la miglior console mai creata e che un giorno il mondo gli darà ragione.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Deathground è Alien: Isolation...con i dinosauri

Jaw Drop Games lancia la campagna Kickstarter per il suo survival horror.

Remothered: Broken Porcelain, l'atteso horror italiano, è stato rinviato

Gli sviluppatori annunciano la nuova data di uscita.

Silent Hill per PS5 ancora al centro dei rumor. L'annuncio nel 2020 confermato?

Le ultime dal più noto degli insider in ambito horror.

Song of Horror - recensione

La melodia della paura.

Commenti (5)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza