Halo Infinite potrebbe adottare il modello "Game as Service"

343 Industries dovrà essere "in grado di modificare rapidamente i contenuti" del gioco.

Halo Infinite sembra pronto per il suo debutto all'E3 2019, ma potrebbe essere un tipo di gioco molto diverso da quello che pensiamo, stando a quanto riportato da Gamespot.

I commenti di Kiki Wolfkill, boss di Halo trans-media a 343, hanno aggiunto ulteriori motivi per ritenere che lo studio stia immaginando questo titolo come un "Game as Service".

"Dobbiamo essere in grado di modificare rapidamente i contenuti", ha detto Wolfkill alla Fortune's Brainstorm Design conference. "Non possiamo permetterci di aspettare tre anni ogni volta che lanciamo un nuovo prodotto".

halo_infinite_2_jpg_1200x0_crop_q85

Il riferimento a un ciclo di sviluppo triennale come obsoleto, abbinato al titolo stesso di Halo Infinite, sembrerebbe suggerire che Microsoft e 343 stiano pianificando questo capitolo come un gioco in costante sviluppo. Ciò avrebbe senso accanto al commento riferito a giochi come Fortnite, che rilasciano periodicamente aggiornamenti.

Che ne pensate? Halo Infinite adotterà questo modello?

Vai ai commenti (11)

Riguardo l'autore

Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Redattore

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Contenuti correlati o recenti

ArticoloDoom Eternal - prova

Quando il gioco si fa duro, il Doom Slayer inizia a giocare.

Digital FoundryRiuscirà Microsoft a offrire delle vere esperienze next-gen senza rinunciare a supportare Xbox One? - articolo

Xbox Series X non avrà esclusive al lancio: cosa dovremmo aspettarci dai titoli first-party cross-gen?

ArticoloCarrion - prova

Questa volta il mostro siamo noi.

Articoli correlati...

Commenti (11)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza